A Faenza (RA) – Tari più bassa per le attività commerciali che riducono gli imballaggi

Lunedì 26 marzo il Consiglio Comunale di Faenza ha approvato il regolamento attuativo del progetto “Disimballiamoci! Verso rifiuti zero” proposto da  alcune associazioni (Gruppo Acquisto Solidale, Legambiente e Rete rifiuti zero) con l’Odg 30/5/2016 che conteneva vari impegni per la riduzione dei rifiuti. I Soggetti coinvolti dall’iniziativa sono commercianti e artigiani di prodotti alimentari e pubblici esercizi in generale, il Comune si riserva la facoltà di estendere l’iniziativa ad altre tipologie di esercizi
commerciali. Diverse le azioni e gli incentivi erogati attraverso sconti sulla TARI proposti dal regolamento.  Si va  da un grado minimo (presenza di bidoni raccolta differenziata e servire acqua non da bottiglie di plastica) che prevede uno sconto del 5% , passando per azioni come non utilizzare cialde monodose per il caffè, adottare la dosatrice di zucchero al posto delle bustine monodose, usare esclusivamente contenitori da asporto compostabili, invitare i clienti a portarsi da casa le buste riusabili, che prevedono scontistiche del 10% sulla TARI;  ad azioni ulteriori come adottare il vuoto a rendere per acqua minerale e birra, vendere prodotti sfusi, alla spina con sconti tari fino al 15%.

Il regolamento è disponibile al seguente link

Fonte: Eco dalle Città (articolo completo al seguente link)

Potrebbero interessarti anche...