Aumenta il ‘premio resa’ CIAL per la raccolta differenziata del’alluminio

La raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio continua a crescere su tutto il territorio nazionale, sia in termini quantitativi sia qualitativi (oltre il 96% di “purezza”). Grazie a questo dato il Consorzio CiAl ha scelto di operare una revisione dei valori economici del premio resa, incrementandolo del 20%, già per il 2017 che verrà riconosciuto sui conferimenti annuali da raccolta differenziata di fascia qualitativa A+ e A previste dall’Allegato Tecnico Alluminio (presenza di frazioni estranee non superiore al 5%). Il Consorzio, inoltre, riconoscendo l’impegno e gli sforzi di quei bacini territoriali che, in una fase di transizione verso sistemi più efficienti, conseguono già alti livelli qualitativi seppur con rese quantitative ancora contenute, ha deciso di introdurre una nuova fascia (250-400 gr/ab) di resa pro-capite. Il “premio resa” di CiAl è un incentivo e uno strumento economico utile per incoraggiare, su tutto il territorio nazionale, modelli di raccolta differenziata intensivi e in grado di valorizzare le piene potenzialità dei singoli bacini.

In questo contesto si inserisce, inoltre, un nuovo modello premiale, di prossima pubblicazione, che il Consorzio Imballaggi Alluminio ha già previsto per l’anno 2018, attraverso una rimodulazione delle rese pro-capite (6 fasce) parametrate alle quantità conferite (5 fasce) da ciascun convenzionato.

Il comunicato stampa  link Fonte: CiAl

Potrebbero interessarti anche...