Categoria: Bonifiche

Piemonte: linee di indirizzo per la rimozione dell’amianto in sicurezza

Piemonte: linee di indirizzo per la rimozione dell’amianto in sicurezza

La Regione Piemonte ha approvato con Delib. G.R. Piemonte 16/03/2018, n. 34-6629, in attuazione del Piano di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto per gli anni 2016-2020, le Linee di indirizzo che contengono le indicazioni per la redazione dei Piani di lavoro (PDL) per la rimozione dell’amianto o di materiali contenenti amianto in matrice compatta e friabile.

Regione Friuli Venezia Giulia: varato in via definitiva nuovo piano regionale amianto

Regione Friuli Venezia Giulia: varato in via definitiva nuovo piano regionale amianto

La regione Friuli Venezia Giulia ha approvato in via definitiva il nuovo piano amianto che, aggiornando quello del 1996, fissa le strategie e il cronoprogramma per favorire la completa rimozione di questo materiale cancerogeno dal territorio regionale. ‘ultimazione della mappatura territoriale dell’amianto, la definizione e l’attuazione di azioni a sostegno della ricerca su nuove tecnologie di trattamento, prosecuzione dell’azione di agevolazione delle bonifiche attraverso la concessione di contributi sono alcuni dei punti fondamentali della norma.

entro 30 aprile domande per progetti anti-amianto, priorità scuole

entro 30 aprile domande per progetti anti-amianto, priorità scuole

Ministero dell’Ambiente in un comunicato stampa avvisa che i comuni italiani che vogliono progettare un’attività di bonifica dall’amianto dagli edifici pubblici hanno tempo fino al 30 aprile per presentare la domanda online. Lo prevede il nuovo bando del Ministero dell’Ambiente (decreto 562/2017), in attuazione della norma del Collegato Ambientale che assegna 16 milioni di euro in tre anni fino al 2018 alla progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica dall’amianto.

Ecomafie: ecco la relazione conclusiva dell’inchiesta

Ecomafie: ecco la relazione conclusiva dell’inchiesta

Nella seduta del 28 febbraio la bicamerale presieduta dalla deputata Chiara Braga ha approvato le relazioni territoriali su Campania e Toscana, il documento sulle bonifiche nei Siti di Interesse Nazionale, l’atto sul fenomeno delle “navi dei veleni” (inerente i traffici internazionali di rifiuti negli anni ’80 e ’90) e, soprattutto, la relazione conclusiva sui lavori svolti dal settembre 2014 fino a poche settimane fa.

Bonifiche, il proprietario deve sempre porre in essere le misure di prevenzione

Bonifiche, il proprietario deve sempre porre in essere le misure di prevenzione

Il ministero dell’ambiente con la nota 23 gennaio 2018, prot. 01495 in materia di bonifiche, ha fatto il punto sugli obblighi del proprietario non responsabile della contaminazione e il relativo onere probatorio nonché sull’inquinamento diffuso. La nota, diretta alle Regioni, alle Province, all’Ispra, alle Arpa e all’Iss, si è resa necessaria per “fornire un indirizzo comune” e per “garantire omogenei livelli di tutela ambientale e sanitaria nel territorio nazionale”.

Approvazione del decreto di integrazione della graduatoria relativa al bando per la progettazione degli interventi di rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

Approvazione del decreto di integrazione della graduatoria relativa al bando per la progettazione degli interventi di rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare avvisa che con Decreto n. 43/STA del 9 febbraio 2018 è stata approvata l’integrazione della graduatoria relativa ai finanziamenti di cui al Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 510/STA del 27 novembre 2017 per la progettazione degli interventi di rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici, con priorità agli edifici scolastici e alle situazioni di particolare rischio (amianto friabile).

Arpa FVG avvia la ricerca delle nanoparticelle sui sedimenti costieri

Arpa FVG avvia la ricerca delle nanoparticelle sui sedimenti costieri

Arpa FVG ha avviato le analisi per la ricerca delle nanoparticelle sui sedimenti dell’arco costiero friulano, prelevati per la determinazione dei livelli chimici di riferimento locali in ottemperanza al Decreto Ministeriale 173/2016. Le nanoparticelle vengono ricercate sia nei sedimenti che nei policheti utilizzati per le prove di bioaccumulo. I metodi di ricerca consolidati utilizzati nel percorso di analisi sono stati raccolti in un manuale.

Ilva: Minambiente, tocca a Regione valutare danno sanitario e monitoraggio fuori stabilimento

Ilva: Minambiente, tocca a Regione valutare danno sanitario e monitoraggio fuori stabilimento

Il Ministero dell’Ambiente in una nota ha spiegato che la redazione del rapporto di valutazione del danno sanitario dell’ILVA di Taranto è di esclusiva competenza degli Uffici della regione Puglia, che già dispongono di tutti i dati di monitoraggio della qualità dell’aria, tra cui quelli dell’Ispra riferiti all’interno dello stabilimento.