Dopo Firenze anche a Milano parte il bike sharing a flusso libero

A Milano parte in questi giorni il servizio di bike sharing a flusso libero.  Il servizio ‘free floating’ prevede che le bici possano essere prelevate, grazie ad una app dedicata, e parcheggiate alla fine dell’uso  lungo i bordi delle strade laddove non ci sia sosta riservata o divieto e in tutte le aree di sosta per velocipedi presenti in città: oltre 670 postazioni per un totale di 8.300 posti (in stalli o rastrelliere) diffusi sul territorio.

Come annunciato dall’Amministrazione comunale di Milano, saranno in tutto 12mila le bici a disposizione dei cittadini entro la fine dell’anno. Due gli operatori a gestire il servizio che il Comune, con il bando del giugno scorso, ha diviso in 3 lotti da 4mila bici ciascuno: Mobike che avrà una flotta di 8mila mezzi (due i lotti aggiudicati) e Ofo con una flotta di 4mila (1 lotto).

Fonte: Comune di Milano – Articolo completo al link

Il bike sharing a flusso libero è  stato avviato anche a Firenze a giugno, al seguente link un articolo di bikeitalia.it che racconta il funzionamento del servizio analizzandone i lati positivi e negativi.

Di bike sharing  bikeitalia.it  ne ha parlato anche a giugno facendo conoscere in un articolo (link) la PEBSS (Platform for European Bicycle Sharing & Systems) che raggruppa e confronta gli operatori  europei bike sharing  e sintetizzando la conferenza di inaugurazione di questa nuova iniziativa.

 

Potrebbero interessarti anche...