ENEA, V RAPPORTO SULL’EFFICIENZA: SPESI 28 MLD PER CASE SOSTENIBILI

È stato pubblicato il V Rapporto sull’Efficienza Energetica (RAEE), redatto dall’ENEA. Il Report è uno strumento di monitoraggio, analisi e valutazione a supporto delle politiche adottate in questo settore.  Dal testo emerge che:

  • l’Italia è fra i leader in Europa del livello d’intensità energetica (18% inferiore della media Ue), dato particolarmente positivo perché tanto più basso è il valore dell’intensità energetica tanto più è alta l’efficienza energetica del Paese;
  • l’Italia ha raggiunto il 32% dell’obiettivo di risparmio al 2020 fissato dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2014;
  • Tra gli strumenti per promuovere l’efficienza si sono rivelati particolarmente efficaci i certificati bianchi e le detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche, i cosiddetti ecobonus, utilizzati soprattutto per interventi di isolamento termico degli edifici, la sostituzione di infissi e l’installazione di impianti di riscaldamento più efficienti.;
  • L’Italia ha posto grande attenzione sulla prestazione energetica degli edifici, sebbene permangano ancora fattori che frenano il pieno sfruttamento del potenziale di efficienza energetica a disposizione;
  • la domanda di energia nel 2014 è stata in calo (-3,4% rispetto all’anno precedente), in linea con il trend negativo osservato a partire dal 2010, attestandosi su un valore complessivo di 151 Mtep;
  • Sul fronte dei consumi finali, il settore civile ne assorbe la quota maggiore (37,1%), seguito da trasporti (33,3%) e industria (21,3%);
  • Nel 2014 i consumi finali dell’industria sono stati pari a 25,7 Mtep, in calo del 2,4% rispetto all’anno precedente;
  • Il settore industriale è quello che ha risentito in misura maggiore della crisi economica, tanto che nel periodo 2007-2014 i consumi si sono ridotti del 31,5%;
  • I settori ad alta intensità energetica nel 2014 hanno assorbito oltre il 60% dei consumi finali;
  • il settore residenziale ha registrato nel 2014, come l’industriale, una significativa diminuzione dei consumi (25,5 Mtep), con un calo del 15% rispetto al 2013;
  • Il 60% dei progetti in materia di efficienza energetica è stato portato a termine attraverso i Fondi Strutturali 2007-2013. Inoltre, nel biennio 2014-2015 la superficie complessiva interessata da interventi di riqualificazione energetica nella PA, realizzati o in fase di realizzazione, è stata pari a 855.235 m2;
  • Le risorse utilizzate in applicazione di misure di efficienza energetica sul totale dei fondi POR-FESR, relativi al periodo 2014-2020, ammontano a 2,4 miliardi di euro.

Il Rapporto dedica un capitolo specifico alla comunicazione sull’efficienza energetica, con particolare riferimento al Programma Triennale di informazione e formazione previsto dal dlgs 102/2014.

Il report completo è disponibile al seguente link

Potrebbero interessarti anche...