entrata in vigore il 21 agosto la legge 11 agosto 2014, n. 116 conversione in legge del decreto 91/2014 “Competitività”

É entrata in vigore il 21 agosto la legge 11 agosto 2014, n. 116, di conversione del decreto legge 91/2014 “Competitività” recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l’efficientamento energetico dell’edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea. Tra le più importanti novità in materia di energia:

  • scambio sul posto dell’energia: dal primo gennaio 2015 la disciplina verrà applicata a tutti gli impianti alimentati a fonti rinnovabili con potenza nominale fino a 500 kw;
  • autoconsumo di energia: gli impianti a fonti rinnovabili di potenza non superiore a 20 kw non sono sottoposti agli oneri del sistema elettrico per reti interne e sistemi efficienti di produzione e consumo ma devono versare i corrispettivi tariffari e gli oneri di sistema solo sull’energia prelevata dalla rete;
  • “spalma-incentivi”: per gli impianti fotovoltaici sopra ai 200 kW: sono previste due opzioni di rimodulazione degli incentivi (su 24 o su 20 anni), oppure un taglio la cui entità dipende dalla potenza dell’impianto e mette in campo un meccanismo di risoluzione anticipata delle erogazioni mediato da un soggetto finanziario terzo;
  • oneri di sistema sull’energia autoconsumata: le eventuali rimodulazioni della quota di oneri da pagare, che saranno effettuate a cadenza biennale, varranno solo per gli impianti non ancora in esercizio al momento in cui gli aumenti verranno deliberati. Inoltre la quota da pagare non potrà salire di più di 2,5 punti percentuali per ogni aggiornamento biennale.
  • mercato siciliano: attraverso l’estensione a quasi tutti gli impianti la definizione di impianti essenziali rende di fatto del mercato elettrico siciliano un mercato amministrato;
  • Fondi per l’efficientamento energetico di scuole e università pubbliche: Sono previsti finanziamenti per 350 milioni di euro agevolati per incrementare l’efficienza energetica in questi edifici.

Potrebbero interessarti anche...