In Friuli Venezia Giulia le amministrazioni pubbliche useranno solo con auto elettriche

La Regione Friuli Venezia Giulia ha annunciato la dismissione di 800 veicoli alimentati a benzina o diesel, inquinanti e spesso obsoleti, delle flotte aziendali degli Enti pubblici della Regione e la loro sostituzione con 560 vetture elettriche da acquistare o da utilizzare a noleggio o con la modalità del car sharing. La sostituzione avverrà nel contesto del Progetto NeMo FVG (New Mobility in Friuli Venezia Giulia che nasce per iniziativa della direzione centrale Ambiente ed Energia della Regione e che vede come partner AREA Science Park, responsabile della progettazione e del coordinamento tecnico-scientifico; Università di Trieste per l’analisi dei bisogni di mobilità della Pubblica Amministrazione (PA); BIT-Servizi per l’investimento sul territorio S.p.A. come partner tecnico finanziario; Aniasa-Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi, come esperto di mobilità, e Promoscience per gli aspetti di comunicazione.
NeMo FVG punta a dar vita in tre anni a una regione d’avanguardia a livello europeo nella transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio, a partire dalla riduzione dell’inquinamento urbano causato dai veicoli con motori tradizionali e in coerenza con le strategie smart city e smart grid, per una pianificazione urbanistica tesa all’innovazione dei servizi pubblici e per una ottimizzazione della gestione delle reti elettriche. È finanziato con 900.000,00 euro di fondi comunitari del Programma HORIZON 2020. L’intervento sarà preceduto da un’analisi dettagliata delle esigenze di mobilità e delle flotte di veicoli disponibili e da un Piano per la razionalizzazione del numero di veicoli.
Il comunicato stampa della regione è disponibile al seguente link
Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia

Potrebbero interessarti anche...