La Commissione propone nuovi obiettivi per le emissioni medie di CO2 del nuovo parco autovetture e veicoli leggeri.

La Commissione Europea ha proposto  nuovi obiettivi per ridurre le emissioni medie di CO2 delle autovetture e dei furgoni nuovi destinati, tali obiettivi sono  destinati ad accelerare la transizione verso veicoli a basse o a zero emissioni.
Con l’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi, la comunità internazionale si è impegnata in direzione di una moderna economia a basse emissioni di carbonio. L’industria automobilistica in parallelo sta attraversando una profonda trasformazione. Per mantenere le quote di mercato e accelerare la transizione verso veicoli a basse emissioni e zero emissioni, la Commissione ha proposto in questi giorni nuovi obiettivi per le emissioni medie di CO2 della flotta dell’UE di autovetture e furgoni nuovi che si applicheranno rispettivamente dal 2025 e il 2030.
Gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 che la Commissione propone si basano su un’analisi solida e su un ampio coinvolgimento delle parti interessate, dalle ONG all’industria: Sia per le auto nuove che per i furgoni, le emissioni medie di CO2 dovranno essere inferiori del 30% nel 2030, rispetto al 2021. Accanto a ciò dovranno essere messe in atto strategie per ottimizzare l’uso do carburanti alternativi a  bassa emissione di CO2 e la messa sul mercato  di veicoli a basse emissioni.

Approfondimenti sul tema sono disponibili a seguito:
European Commission – Fact Sheet Driving Clean Mobility: Questions & Answers on the initiatives that protect the planet, empower its consumers, and defend its industry and workers

European Commission – Press release – Energy Union: Commission takes action to reinforce EU’s global leadership in clean vehicles

Fonte: Commissione Europea

Potrebbero interessarti anche...