L’Autorità per l’energia vara documento di consultazione sulla contabilizzazione nel teleriscaldamento

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico ha pubblicato un documento di consultazione nel quale illustra i propri orientamenti in materia di misura e di contabilizzazione dei consumi per climatizzazione e acqua calda sanitaria (ACS) nel settore del teleriscaldamento e del teleraffreddamento. In particolare, i profili trattati nel documento sono funzionali all’adempimento dell’obbligo obbligo introdotto dal D.Lgs n. 102/2014 in recepimento della direttiva 2012/27/UE. L’obiettivo dell’Autorità è di definire il relativo quadro regolatorio entro il prossimo luglio. L’ambito di applicazione del documento sono i sistemi di misura diretta dell’energia fornita e di quella consumata da ogni singola unità immobiliare/occupante in tutti gli edifici forniti da reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento. Nel definire i propri orientamenti e il loro ambito applicativo, l’Autorità si è posta come obiettivi generali e prioritari: quello di assicurare lo stesso trattamento e le stesse garanzie di tutela ai clienti finali e di promuovere l’efficienza e la qualità del servizio indipendentemente dal tipo di edificio occupato (monofamiliare, con più unità immobiliari o polifunzionale); quello di salvaguardare la concorrenza nel mercato della fornitura dei contatori individuali di calore e acqua calda sanitaria (ACS – installazione e messa in servizio). Il documento è disponibile al seguente link. I soggetti interessati ad inviare le proprie osservazione sono invitati a farlo entro e non oltre il 20 giugno 2016.

Potrebbero interessarti anche...