Liguria e Emilia-Romagna firmano patto per lo sviluppo dei settori Rifiuti, acqua e infrastrutture

I presidenti della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e della Liguria, Giovanni Toti, lo scorso trentuno agosto hanno firmato a Genova un protocollo d’intesa per rafforzare la collaborazione in settori chiave per la valorizzazione e l’attrattività dei rispettivi territori.
Il protocollo si sviluppa in due settori chiave: Infrastrutture, Ambiente
Per quanto riguarda le infrastrutture il punto chiave sarà il potenziamento della linea ferroviaria La Spezia – Parma “Pontremolese” con l’importanza strategica del collegamento per il trasporto merci da e per il porto della Spezia. Verrà chiesto al governo anche di rafforzare i collegamenti stradali ed autostradali attualmente non inclusi nei programmi nazionali.
Per quanto riguarda il settore ambiente: la regione Emilia Romagna aprirà i propri impianti ai rifiuti della Liguria per far fronte alle emergenze, soprattutto estive; la Liguria a sua volta, darà disponibilità a maggiori rilasci d’acqua, nei mesi estivi, dalla Diga del Brugneto, rispetto a quelli previsti dalla concessione in vigore per far fronte alle esigenze idriche della Val Trebbia.
È un protocollo di intesa importante – ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – che dimostra la capacità delle regioni di saper lavorare insieme, anche al di là della leale collaborazione istituzionale prevista dalla carta costituzionale. Un’intesa che definisce punti importanti per noi: l’impegno comune per le vie di comunicazione, la collaborazione sulla gestione dei rifiuti e sulle risorse idriche. È la messa a regime di un lavoro comune con l’Emilia Romagna che era già avviato e il suo perfezionamento con l’istituzione di tavoli tecnici per dare a questo accordo la giusta prospettiva nel futuro. Un buon metodo di collaborazione tra le Regioni, che resta politica fondante della nostra amministrazione, senza barriere ideologiche e per il bene dei cittadini e delle imprese dei nostri territori.
Fonte: Regione Liguria – comunicato stampa al seguente link

Potrebbero interessarti anche...