Newsletter Rifiutilab

Newsletter Rifiutilab 265

Newsletter N°265 - Mercoledì, 10 agosto 2011
NOVITA' DA RIFIUTILAB
RAVENNA2011 > LABMEETING PERCORSI 1 E 2
Tra le 60 iniziative che si susseguiranno all'interno del festival Ravenna2011 (28-29-30 settembre) sono previsti 14 LABMEETING organizzati in 4 PERCORSI tematici di formazione e approfondimento a numero chiuso in merito a: formazione tecnico-normativa sulla gestione dei rifiuti, gli strumenti per la gestione dei rifiuti e il mercato del settore, analisi di rischio discariche ed esperienze nel settore delle bonifiche, energia e innovazione.
Si tratta di veri e propri momenti formativi e di approfondimento relativi a tematiche di interesse per operatori, professionisti, enti locali, svolti con l'ausilio di software dedicati e case-studies. Si alterneranno come docenti i maggiori esperti provenienti dalle principali istituzioni, centri di ricerca, aziende, società di progettazione e consulenza.
Nello speciale di oggi presentiamo i percorsi 1 e 2 dedicati alla gestione dei rifiuti. Il programma completo dei labmeeting è disponibile al seguente link.

Ogni Labmeeting è acquistabile singolarmente (quota di iscrizione di 200 euro, 100 euro per gli studenti, IVA esclusa), ma consigliamo di iscriversi all’intero Percorso (quota di iscrizione di 500 euro, 250 euro per gli studenti, IVA esclusa).

Per maggiori informazioni sull'evento, sui programmi di dettaglio dei labMeeting, Workshop, Conferenze ed Eventi Culturali e per le iscrizioni: http://www.ravenna2011.it

PERCORSO 1 – FORMAZIONE TECNICO-NORMATIVA SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI E SISTRI (D.LGS. 152/06 PARTE IV)

Comprende i labmeeting A, B, C, D che si svolgeranno il 28 e 29 settembre 2011.
Leggi la brochure del Percorso 1.

LabMeeting A: LA GESTIONE DEI RIFIUTI: LA NORMATIVA E IL SISTRI
Obiettivi: Conoscenza della normativa relativa alla Gestione dei Rifiuti e aggiornamento con le ultime novità
Programma: La normativa dei rifiuti: il D.Lgs. 152/06 parte IV e gli aggiornamenti; Il SISTRI: responsabilità dei soggetti e operatività del sistema; Le responsabilità dei soggetti e le sanzioni.

LabMeeting B: LA GESTIONE DEI RIFIUTI: DALLA PRODUZIONE AL DESTINO FINALE
Obiettivi: Conoscenza delle problematiche legate alla gestione dei rifiuti
Programma: Il ruolo delle Province in ambito dei controlli e del rilascio delle autorizzazioni degli impianti di destino; Codifica e classificazione dei rifiuti. La produzione dei rifiuti e le regole da rispettare; La gestione degli impianti di destino: criteri di classificazione e omologa utilizzati da Herambiente.

LabMeeting C: IL TRASPORTO DEI RIFIUTI: ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI E LE SPEDIZIONI TRANSFRONTALIERE
Obiettivi: Conoscenza delle norme che regolano il trasporto dei rifiuti
Programma: Richiami al Labmeeting A; Il trasporto dei rifiuti: le iscrizioni all'Albo Gestori Ambientali (criteri di iscrizione e tutte le ultime novità normative); Le spedizioni transfrontaliere: principi di gestione e criticità.

LabMeeting D: IL TRASPORTO DEI RIFIUTI: LE AUTORIZZAZIONI – LA NORMA ADR – IL SISTEMA SISTRI E LE SANZIONI
Obiettivi: Conoscenza delle norme in ambito di trasporto dei rifiuti
Programma: Valutazione tecnica delle autorizzazioni al trasporto dei rifiuti: obblighi e prescrizioni; Il trasporto dei rifiuti e la norma ADR; Le responsabilità delle imprese di trasporto rifiuti e il sistema sanzionatorio applicabile

PERCORSO 2 - LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – STRUMENTI E MERCATO

Comprende i labmeeting E, F, G, H che si svolgeranno il 28 e 29 settembre 2011.
Leggi la brochure del Percorso 2.

LabMeeting E: LE FORME DI GESTIONE NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

Obiettivi: Fornire un quadro aggiornato delle norme, presentare esperienze, confrontarsi sui prossimi passi post referendum
Programma: Inquadramento normativo e giuridico con focus su gestione inhouse/gara, perimetro di programmazione e affidamenti; Modelli di gestione del servizio: gerarchia delle fonti, previsioni del Tua d.lgs. n. 152/2006, discrezionalità tecnica e politica degli EE.LL., gestione industriale e governo del territorio. Quali prospettive′; Percorsi in atto nelle diverse regioni italiane; Casi di studio ed esperienze

LabMeeting F: LE PROSPETTIVE DEL SETTORE DEL RICICLO E IL PERCORSO DELLE GARE
Obiettivi: Fornire un quadro ampio per le principali filiere di rifiuti sulle tecnologie e i rendimenti di recupero come materia. Problematiche di sostenibilità economica ed ambientale. Quali obiettivi privilegiare per i gestori delle raccolte: quantità o qualità′
Programma: Il riciclaggio dei rifiuti: la strategia del recupero di materia e i legami con il mercato nazionale e globale, anche alla luce della crisi economica; La carta e cartone: efficienze di recupero e fabbisogni impiantistici per il trattamento/valorizzazione - I benefici; Processi e tecnologie per il trattamento e valorizzazione della frazione organica dei rifiuti: aspetti tecnici, gestionali, economici; Il recupero della plastica tra efficienze di recupero e opportunità di mercato; La proposta tecnologica e gestionale degli impianti e dei servizi: la strategia del sistema integrato e il percorso verso le gare

LabMeeting G: VERSO IL 65% – ASPETTI ORGANIZZATIVI, TECNICI, ECONOMICI DEL RECUPERO DI MATERIA E DI ENERGIA
Obiettivi: Offrire un panorama sulla gestione delle Migliori Tecniche Disponibili: Le strategie delle raccolte, le caratteristiche dei servizi, l'impatto economico, l'impatto gestionale, l'impatto ambientale e sociale, il coinvolgimento del cittadino, gli effetti delle politiche End of waste
Programma: Aspetti strategici, organizzativi, impatto sul territorio, coinvolgimento utenze, ricadute sociali, aspetti economici nel recupero di materia e di energia; Presentazione Manuale sulle Buone Pratiche nel Ciclo dei Rifiuti e il ruolo del recupero della frazione organica (dalla produzione alla commercializzazione); Obiettivo 65% di raccolta differenziata nella Provincia di Rimini mediante sistema integrato; L'esperienza della Provincia di Salerno e il consolidamento delle raccolte domiciliari

LabMeeting H: I DATI – IL MONITORAGGIO – IL CONTROLLO
Obiettivi: Le relazioni e i rapporti tra ente locale e gestore devono progressivamente evolversi creando un sistema di controlli oggettivo, dinamico e aperto dell’operato ed esecuzione dei servizi da parte del gestore. La disponibilità di benchmark condivisi rappresenta una condizione imprescindibile.
Programma: Quadro di sintesi degli indicatori tecnici ed economici nella gestione del ciclo dei rifiuti (dati macro e operativi di dettaglio); Proposta di un Sistema informatizzato condiviso gestore - ente locale/ATO: focus tracciabilità della gestione dei rifiuti e sulla certificazione dei servizi svolti sia di raccolta che di pulizia e qualità urbana, - focus sui nuovi sistemi di certificazione dei conferimenti ai servizi di raccolta e la certificazione/tracciabilità per punto di prelievo delle raccolte; Proposte di nuovi scenari applicativi in tema di controllo, garanzia qualità, sanzioni; sicurezza dei percorsi di raccolta, monitoraggio criticità, ...