Newsletter Rifiutilab

Newsletter Rifiutilab 315

Newsletter N°315 - Martedì, 14 gennaio 2014
NOVITA' DA RIFIUTILAB
RAPPORTO NAZIONALE SUL RIUTILIZZO 2013: L’USATO CHE RAGIONA
Il IV Rapporto Nazionale sul Riutilizzo, realizzato dal Centro di Ricerca Economica e Sociale Occhio del Riciclone, con il patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, scatta un’istantanea sull’evoluzione normativa, sui mutamenti degli stili di vita e dei consumi legati al riutilizzo che hanno caratterizzato l’anno che si avvia a conclusione. Le oltre 100 pagine di cui si compone il Rapporto prendono in esame le tendenze e le novità che hanno interessato il riutilizzo in Italia, nell’ottica di offrire uno strumento aggiornato di analisi e ragionamento per i decisori e gli addetti chiamati a sviluppare politiche di riutilizzo. Labelab ha collaborato allo studio sui Centri del Riuso citato nel rapporto.
ANTONIO CASTAGNA - TUTTO È MONNEZZA - LA MIA DIPENDENZA DAI RIFIUTI
Segnaliamo il brillante saggio di Antonio Castagna, che per i rifiuti nutre una vera e propria dipendenza. Tutto è monnezza ci conduce, sorridendo, in giro per l’Italia alla scoperta dei venti modi diversi di calcolare la quantità di raccolta differenziata. Una guida, alternativa e divertente, ma soprattutto utile a chi voglia ricostruire il proprio catalogo affettivo di azioni ecocompatibili con la ricerca del vero sé.
COREPLA, AUMENTO DEL CONTRIBUTO AMBIENTALE PER GLI IMBALLAGGI IN PLASTICA
Dal 1 gennaio 2014 il contributo ambientale CONAI per gli imballaggi in plastica è passato da 110 euro/ton a 140 euro/ton. Tale aumento è stato deciso dal Consiglio di Amministrazione di Conai al fine di rallentare il peggioramento patrimoniale di Corepla. Al fine di agevolare l’applicazione della nuova disciplina in materia di Contributo Ambientale, è a disposizione per ogni ulteriore informazione e chiarimento il Numero Verde CONAI 800-337799.
DOSSIER PREVENZIONE CONAI EDIZIONE 2013
Il Dossier Prevenzione viene pubblicato con cadenza triennale. Nell'edizione 2013 sono presentati 51 casi (di 30 aziende diverse), vengono proposte nuove soluzioni di packaging e presentata una significativa casistica degli imballaggi ecosostenibili disponibili sul mercato facilmente identificabili tra i prodotti di uso comune. Nel testo si sottolinea come la crescente sensibilità nei confronti dell'ambiente abbia portato ad un maggiore impegno da parte delle aziende nel settore della ricerca di soluzioni sempre maggiormente eco sostenibili per gli imballaggi dei loro prodotti. Il Dossier è stato presentato ufficialmente dal direttore generale CONAI Walter Facciotto il 2 dicembre2013 alla Triennale di Milano.
APPROVATO IL SUO 7 ° PROGRAMMA DI AZIONE AMBIENTALE ( EAP) , CHE STABILISCE LE PRIORITÀ DELLA POLITICA AMBIENTALE DELL'UE PER IL PERIODO 2014-2020
Alla fine dello scorso anno l’Unione europea ha approvato il suo 7 ° programma di azione ambientale ( EAP) , che stabilisce le priorità della politica ambientale dell'UE per il periodo 2014-2020. Alla fine dello scorso anno l’Unione europea ha approvato il 7 ° programma di azione ambientale (EAP) "Vivere bene, entro i limiti del nostro pianeta". Il programma da particolare attenzione alle azioni necessarie a garantire un ambiente sano ed un’efficiente economia delle risorse per il benessere umano. Alla base del programma c'è il concetto della "economia circolare" in base alla quale la produzione e dei servizi deve essere basata sulla minimizzazione degli sprechi e dei rifiuti, sull’eco-efficacia, sulla massima compatibilità dei prodotti con i sistemi biologici.
DOSSIER: FILIERE DEL RECUPERO: OLTRE LA DIFFERENZIATA
Il Gruppo Hera pubblica l'ottavo Dossier dedicato alle attività svolte dall'azienda, questa volta occupandosi del riciclo. Il riciclo è un settore chiave della green economy. In Europa produce valore aggiunto per oltre 7 miliardi di euro e ha già tagliato 38 milioni di tonnellate di CO2. Ma si può fare di più: valorizzare i rifiuti, recuperando materie prime, è la sfida del futuro
PRESENTATO IL PIANO INTERPROVINCIALE DELL’ATO TOSCANA SUD
Il nuovo Piano interprovinciale dei rifiuti urbani e speciali per l’area vasta compresa nell’Ato Toscana Sud è stato presentato a Grosseto a dicembre 2013. Tra le novità principali i piano: ha ridotto a tre gli ambiti territoriali ottimali, indica le linee di programmazione della gestione dei rifiuti urbani e speciali fino al 2025 individua le necessarie dotazioni impiantistiche a supporto con l’obiettivo dell’autosufficienza. Il Piano sarà adottato entro la fine di gennaio 2014, poi seguirà l’iter di ogni atto di pianificazione con la pubblicazione, il periodo delle osservazioni e la loro discussione.
ISTITUITA LA COMMISSIONE D'INCHIESTA SUL CICLO DEI RIFIUTI E INTRODOTTI DUE NUOVI REATI AMBIENTALI
Mercoledì' 18 dicembre la Commissione Ambiente del Senato ha votato all'unanimità l'istituzione della Commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti. Il testo approvato è speculare a quello che ha ricevuto già il via libera dalla Commissione ambiente di Montecitorio. Nella stessa giornata la commissione Giustizia della Camera ha approvato il testo unificato sui delitti ambientali (che sarà approvato definitivamente a gennaio 2014) e prevede l'introduzione dei reati di inquinamento ambientale e disastro ambientale con delle aggravanti.
RIFIUTI ELETTRONICI, L'ITALIA NE PRODUCE 1 MILIONE DI TONNELLATE L'ANNO.
Rifiuti elettronici, l'Italia ne produce 1 milione di tonnellate l'anno. Un decimo dei cellulari e dei pc che buttiamo sono gestiti dalle ecomafie. Che li smaltiscono illegalmente in Africa. I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) sono una merce appetibile per le ecomafie. I rifiuti, nonostante le norme restrittive ed anche se raccolti in maniera legale, finiscono spesso nelle mani di associazioni mafiose che recuperano i materiali con valore di mercato, con procedure che non rispettano il lavoratore e la sua salute. Nel 2010 un' indagine ha rivelato come uno dei canali di smaltimento illecito sia la Nigeria dove per recuperare i metalli pesanti i rifiuti spesso vengono bruciati con conseguenti danni per l'ambiente e conseguenze mortali per i lavoratori. I dati (rapporto delle Nazioni Unite Solving the E-Waste Problem Initiative) dicono che in Italia vengano prodotti 1,1 milioni di tonnellate di tecno-spazzatura, 100 mila tonnellate (1 pc o 1 telefonino su 10 circa) sono smaltite illegalmente.
SENTENZA DELLA CORTE DEI CONTI - LIGURIA
Segnaliamo il commento alla sentenza gentilmente fornitoci da Alberto Pierobon, riguardo i pregiudizi e apoditticità nella imposizione dei livelli di raccolta differenziata, la cui inosservanza per la Corte dei Conti diventa causativa di danno erariale.
FINESTRA SULLA PREVENZIONE DEI RIFIUTI a cura di Mario Santi – rifiutologo@hotmail.it
ECO TASSA, TARIFFA E RUOLO DEGLI STRUMENTI ECONOMICI PER LA PREVENZIONE DEI RIFIUTI.
Gli strumenti economici come volano per lo sviluppo di politiche di prevenzione dei rifiuti. Un tema ineludibile e le occasioni per affrontarlo al più presto. ...
NOVITA' DA ACQUALAB
QUALITÀ DELLE ACQUE IN EMILIA-ROMAGNA. REPORT 2010-2012
Segnaliamo il primo report triennale sulla qualità delle acque dolci superficiali e sotterranee in Emilia-Romagna. Con il report  delle acque 2010–2012 è presentato il quadro relativo allo stato delle acque interne superficiali fluviali e lacustri e delle acque sotterranee, con riferimento al primo ciclo triennale (2010-2012) di monitoraggio condotto in attuazione della Direttiva 2000/60/CE, Direttiva Quadro sulle acque (DQ), recepita dal decreto legislativo 152/2006. Nelle  relazioni  sono illustrati i risultati conclusivi del primo ciclo di monitoraggio e le proposte di prima classificazione dello Stato Ecologico e dello Stato Chimico per  le acque superficiali fluviali e lacustri e dello stato chimico e quantitativo per le acque sotterranee. Sono inoltre presentati in allegato, gli esiti dei monitoraggi chimici e chimico-fisici dei monitoraggi condotti nel triennio 2010-2012.
ACQUA, NUOVE REGOLE PER LE TARIFFE
Nel collegato ambientale della legge di Stabilità (Legge 27.12.2013 n° 147 , G.U. 27.12.2013) . È stata introdotta la "tariffa sociale" per il servizio idrico integrato. In base alla norma le famiglie con un basso reddito avranno accesso al servizio con condizioni agevolate che è diventata operativa dal 1° gennaio 2014; i costi di copertura degli sgravi saranno garantiti da apposita voce in bolletta per le utenze non agevolate. Dalla stessa data sono entrai in vigore io nuovo metodo tariffario idrico promosso dall’Autorità per l’energia e la direttiva sulla trasparenza delle bollette.
NOVITA' DA ENERGIALAB
ENERGIALAB SEGNALA: MILANO, 19/03/2014 - PREVISIONI DI CONSUMO E PROFILI DI CARICO NEI SISTEMI ELETTRICO E GAS
L’Istituto Internazionale di Ricerca organizza questo convegno per conoscere che cosa si sta già facendo, che cosa ancora manca e quali sono le soluzioni che possono aiutare le Aziende che operano nel settore a ottimizzare l’acquisto e la produzione di energia e gas. Rivolto alle esigenze di Grossisti, Shipper, Trader e Società di Vendita per la previsione della domanda, e dei Produttori e Distributori per la previsione di carico della rete, il Convegno rappresenta un’opportunità per i grandi Operatori - che sono già molto attivi su questi temi - di fare un punto della situazione e di confrontarsi, e per quelli più piccoli di comprendere che cosa fare per sviluppare a loro volta previsioni efficaci che consentano loro di aumentare la loro competitività sul mercato.
AGENDA
PREMIO NAZIONALE SULLA PREVENZIONE DEI RIFIUTI
Roma, 16/01/2014
ACCADUEO 2014
Bologna, dal 22/10/2014 al 24/10/2014
RAVENNA2014 - MAGGIO 2014
Ravenna, dal 21/05/2014 al 23/05/2014