Newsletter Rifiutilab

Newsletter Rifiutilab 431

Newsletter N°431 - Martedì 29 Maggio 2018
NOVITÀ DA RIFIUTILAB
GRANDE SUCCESSO PER L’11^ EDIZIONE DI “FARE I CONTI CON L’AMBIENTE”
Le tre giornate della manifestazione Ravenna2018 - Fare i conti con l'ambiente (dal 16 al 18 maggio), grazie all'elevata qualità del programma con formazione accreditata dagli ordini professionali, hanno fatto registrare una grande partecipazione confermando l'apprezzamento da parte del pubblico della manifestazione giunta alla sua 11 edizione. nella pagina atti del sito web della manifestazione lo staff di Ravenna2018 hasono manifestazione nella pagina apposita "atti" Nell'articolo completo il comunicato stampa ufficiale di chiusura della manifestazione.
DISPONIBILI GLI ATTI DEL CONVEGNO: PROSPETTIVE DI INNOVAZIONE NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI. BEST PRACTICE E RIFLESSIONI SULLA TARIFFAZIONE PUNTUALE
Si è svolto il 9 maggio a Roma il Convegno Ifel/Anci sulle “Prospettive di innovazione nella gestione dei rifiuti urbani. Best practice e riflessioni sulla tariffazione puntuale”. l'incontro organizzato da IFEL ha offerto un approfondimento sulla tariffazione puntuale dei rifiuti urbani consapevole della necessità che decisori politici e funzionari comunali abbiano a disposizione maggiori strumenti per poter effettuare scelte consapevoli orientate ad una tariffa corrispettiva o ad una Tari tributo comunale.
LEGAMBIENTE – INDAGINE BEACH LITTER 2018
Anche quest’anno Legambiente ripropone l’indagine Beach Litter 2018 che monitora la diffusione dei rifiuti plastici in spiagge campione del nostro paese. Su 78 spiagge monitorate, per un totale di oltre 400mila metri quadri, pari a quasi 60 campi di calcio, sono stati trovati una media di 620 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia. La plastica si conferma il materiale più diffuso (80%), seguita da seguita da vetro/ceramica (7,4%), metallo (3,7%) e carta/cartone (3,4%).
ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI COREPLA: I DATI DEI RISULTATI RAGGIUNTI NEL 2017
L’assemblea ordinaria Corepla, il Consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, ha approvato il 9/05 il bilancio dell’esercizio 2017. I risultati raggiunti sono: oltre un 1 milione le tonnellate di plastica (+11,7% rispetto al 2016) raccolte in modo differenziato, pari ad una media nazionale di raccolta pro capite passa da 15,8 a 17,7 kg annui per abitante. Risultati raggiunti grazie anche ad un incremento significativo della raccolta in zone come il Mezzogiorno ed un miglioramento delle zone consolidate.
5 MILIONI DI TONNELLATE DI TECNOLOGIA AVVIATE AL RICICLO IN 30 ANNI
Cobat lo scorso diciassette maggio ha presentato il Rapporto annuale di attività 2017. Nel rapporto COBAT descrive i risultati raggiunti, oltre 140 mila le tonnellate di prodotti tecnologici raccolti, e il suo costante impegno per ridurre l’impatto anche della fase di raccolta grazie ad una buona logistica della rete e il miglioramento del parco automezzi.
PLASTICA MONOUSO: NUOVE NORME UE PER RIDURRE I RIFIUTI MARINI
Di fronte al costante aumento dei rifiuti di plastica negli oceani e nei mari e ai danni che ne conseguono, la Commissione europea ha proposto una serie di nuove norme volte a ridurre la presenza nell'ambiente dei 10 prodotti di plastica monouso che più inquinano le spiagge e i mari d'Europa e per gli attrezzi da pesca perduti e abbandonati. Le nuove norme, a seconda del bene prevedono divieto o limitazione del commercio, nuove etichette che facilitano il corretto smaltimento, misure di sensibilizzazione.
FINESTRA SULLA PREVENZIONE DEI RIFIUTI a cura di Mario Santi – rifiutologo@hotmail.it
SUCCESSI DEL MADE IN ITALY: LA RACCOLTA DELL’UMIDO ITALIANA FA SCUOLA A NEW YORK
Il modello italiano di raccolta dell’umido, che massimizza qualità e quantità delle matrici organiche selezionate e previene l’immissione in atmosfera di gas serra, conquista la “grande mela”. Perchè non pensare ad un pacchetto di filiera, che ne ottimizzi anche la prevenzione?
NOVITÀ DA ACQUALAB
RAPPORTO NAZIONALE PESTICIDI NELLE ACQUE DATI 2015-2016. EDIZIONE 2018
L’ISPRA ha pubblicato il rapporto nazionale sulla presenza di pesticidi nelle acque al fine di fornire su base regolare le informazioni sulla qualità della risorsa idrica in relazione ai rischi di tali sostanze.
RIUTILIZZO DELLE ACQUE: LA COMMISSIONE PROPONE MISURE PER RENDERLO PIÙ FACILE E PIÙ SICURO PER L’IRRIGAZIONE AGRICOLA
La Commissione Europea ha proposto u regolamento che intende alleviare la scarsità di risorse idriche in tutta l'UE garantendo che le acque reflue trattate destinate all'irrigazione agricola siano sicure e proteggendo i cittadini e l'ambiente. Le nuove norme contribuiranno ad aiutare gli agricoltori a fare il miglior uso possibile delle acque reflue non potabili, per alleviare la scarsità idrica e contemporaneamente proteggere l'ambiente e i consumatori.
CNR-ISAFOM: UN PROGETTO SCIENTIFICO EUROPEO PER LA RISORSA ACQUA
Ha preso il via nei giorni scorsi progetto INNOMED (Innovative option for water resources management in the Mediterranean), di durata triennale, ha come obiettivo affrontare le sfide relative all'acqua a livello europeo e internazionale, attraverso lo sviluppo di azioni di ricerca e innovazione transnazionali, per verificare gli effetti fisici ed economici sul bilancio idrologico di diverse opzioni di gestione forestale e agricola.
NOVITÀ DA ENERGIALAB
CRITERI AMBIENTALI MINIMI DEI SERVIZI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA (CAM): PUBBLICATO IL DECRETO MINISTERIALE
E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale del 28 marzo 2018 che disciplina i criteri ambientali minimi dei servizi di illuminazione pubblica (CAM). Il decreto costituisce parte integrante del Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione, definendo i criteri ambientali minimi che, ai sensi del D.Lgs. 50/2016, le Amministrazioni pubbliche devono utilizzare nell'ambito delle procedure per l'affidamento del servizio di illuminazione pubblica (IP)
INTRODUZIONE AGLI INDICATORI DI IMPATTO DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI: CONCETTI CHIAVE, INDICATORI CANDIDATI E CRITERI PER LA DEFINIZIONE DI INDICATORI PRIORITARI
Scopo principale del Manuale è quello di fornire alcuni concetti chiave sul tema degli indicatori di impatto dei cambiamenti climatici, di descrivere il percorso finalizzato ad individuare un set di possibili “indicatori candidati” di impatto utilizzabili a livello nazionale ma indispensabili anche alla definizione di un quadro di riferimento a livello regionale e locale e di proporre alcune liste di criteri utili alla selezione degli impatti e degli indicatori prioritari.
NOVITÀ DA BONIFICHELAB
LIBERI DALL’AMIANTO? – DOSSIER LEGAMBIENTE
In occasione della giornata mondiale delle vittime dell’amianto del 28 Aprile, Legambiente ribadisce l’urgenza e la necessità improrogabile per il nostro Paese di agire attraverso una concreta azione di risanamento e bonifica del territorio e lo fa aggiornando i dati contenuti nel suo rapporto annuale Liberi da''Amianto?. Il rapporto evidenzia come a 26 anni dall'approvazione della legge che mette al bando questo materiale vi siano ancora 370mila strutture dove è presente gravi ritardi nella stesura su piani regionali amianto (PRA), attività di censimento e mappatura e bonifiche.
INFRAZIONI: RIFIUTI NUCLEARI, LA COMMISSIONE DEFERISCE L’AUSTRIA, LA CROAZIA E L’ITALIA ALLA CORTE DI GIUSTIZIA PER MANCATA TRASMISSIONE DEI PROGRAMMI NAZIONALI
La Commissione europea ha deciso di deferire l'Austria, la Croazia e l'Italia alla Corte di giustizia dell'UE per la mancata trasmissione dei programmi nazionali definitivi di gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi, a norma della direttiva sulla gestione del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi (direttiva 2011/70/Euratom del Consiglio)
NOVITÀ DA ARIALAB
QUALITÀ DELL’ARIA: LA COMMISSIONE INTERVIENE PER PROTEGGERE I CITTADINI DALL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO
In una comunicazione intitolata Un'Europa che protegge: aria pulita per tutti, adottata lo scorso 17 maggio, la Commissione illustra le misure disponibili per aiutare gli Stati membri a contrastare l'inquinamento atmosferico. La Commissione, inoltre, sottolinea la necessità di intensificare la cooperazione con gli Stati membri avviando nuovi “dialoghi sull'aria pulita” con le autorità competenti e utilizzando i finanziamenti dell'UE per sostenere le misure volte a migliorare la qualità dell'aria.
INVENTARIO NAZIONALE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA 1990-2016
Scopo del rapporto è agevolare la comprensione delle procedure di calcolo delle emissioni, fornendo un confronto tra i contributi relativi delle diverse fonti di emissione facilitando l’identificazione di politiche di riduzione. In sintesi, nel periodo 1990-2016, le emissioni mostrano un trend di decrescita per la maggior parte degli inquinanti descritti. Le riduzioni sono particolarmente rilevanti per gli inquinanti principali (SOX -93%; NOX -63%; CO -68%; NMVOC -55%) e il piombo (-94%).
NOVITÀ DA MOBILITÀLAB
UNIONE DELL’ENERGIA: LA COMMISSIONE RAFFORZA LA LEADERSHIP MONDIALE DELL’UE NEL SETTORE DEI VEICOLI PULITI
La Commissione Europea nei giorni scorsi ha proposto un pacchetto contenente nuovi obiettivi per le emissioni medie di CO2 del nuovo parco autovetture e veicoli leggeri dell'UE, che saranno rispettivamente applicabili dal 2025 e dal 2030. La proposta stabilisce norme ambiziose, realistiche e applicabili per contribuire a garantire condizioni di parità fra i diversi soggetti del settore operanti in Europa. Il pacchetto definirà anche un chiaro orizzonte verso il quale avanzare per conseguire gli impegni presi nell'ambito dell'accordo di Parigi e incoraggerà sia l'innovazione nelle nuove tecnologie e nei modelli di business, sia un uso più efficiente di tutti i modi di trasporto di merci.
RASSEGNA STAMPA
ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI: SE NON C’È ANCHE IL LIMITE QUANTITATIVO IL REGOLAMENTO COMUNALE È ILLEGITTIMO E LA TARI NON È DOVUTA
Un articolo di Recycling industriers In ordine ai criteri di assimilabilità dei rifiuti speciali a quelli urbani, la Corte di Cassazione (sent.n. 9631 del 13/06/2012) ha chiarito che il regolamento comunale relativo alla Tarsu...
È NATA “R1-REUSE”, LA RETE EUROPEA PER PROMUOVERE IL RIUTILIZZO DEGLI IMBALLAGGI
I rifiuti, inclusi quelli da imballaggio crescono spinti dai nuovi stili di vita e di consumo come il commercio online e il consumo di cibi pronti. Questo aumento dei rifiuti richiede non solamente un ripensamento di nuovi sistemi di raccolta ma anche un impegno a rete ad immettere nel mercato imballaggi riutilizzabili.
AGENDA
H2O 2018 - MOSTRA INTERNAZIONALE DELL'ACQUA
dal 17/10/2018 al 19/10/2018
IWA WATERIDEAS 2018
dal 17/10/2018 al 19/10/2018
ECOMONDO
dal 06/11/2018 al 09/11/2018