250mila morti nel 2040 per cambiamento climatico

250mila morti nel 2040 per cambiamento climatico

Massimiliano Corsi Romanelli spiega all’AdnKronos Salute le conseguenze dei cambiamenti climatici sulla salute umana. Nel 2000 i decessi associati al mutamento climatico sono stati circa 150 mila secondo i dati pubblicati dall’Organizzazione mondiale della sanità, nel 2040 le morti sono destinate a salire a 250 mila.

L’impegno di APPA per la ricerca sull’inquinamento atmosferico

L’impegno di APPA per la ricerca sull’inquinamento atmosferico

APPA, l’agenzia per l’ambiante del Trentino Alto Adige partecipa, in qualità di partner, a due progetti cofinanziati dal Programma per l’ambiente e l’azione per il clima LIFE 2014-2020: progetto BrennerLEC (Brenner Lower Emissions Corridor ) e PREPAIR (Po Regions Engaged to Policies of AIR).

Il progetto europeo AWAIR

Il progetto europeo AWAIR

Il progetto europeo AWAIR nasce dalla considerazione che l’inquinamento atmosferico è uno dei problemi ambientali principali e con i maggiori impatti sulla salute in Europa. Per affrontarlo, è necessario individuare e attuare misure e strategie che riescano a salvaguardare in particolar modo i soggetti più vulnerabili.
Il progetto ha l’obiettivo di promuovere misure e strategie condivise per migliorare la capacità di rispondere ai problemi relativi alla qualità dell’aria nella zona dell’Europa centrale (di cui fanno parte le regioni del nord Italia).

In Europa calano le sostanze che impoveriscono lo strato di Ozono

In Europa calano le sostanze che impoveriscono lo strato di Ozono

È stato pubblicato il rapporto dell’Agenzia Europea Per l’Ambiente Ozone-depleting substances 2016presenta dati aggregati riportati dalle società sull’importazione, l’esportazione, la produzione, la distruzione e l’uso delle sostanze ossidanti per l’ozono (ODS) nell’Unione europea.
Secondo il rapporto le importazioni, le esportazioni e il consumo complessivo di sostanze chimiche che danneggiano lo strato di ozono sono diminuite nell’Unione europea nel 2016.

Roma, on line il sito del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile aperto al contributo dei cittadini

Roma, on line il sito del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile aperto al contributo dei cittadini

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Roma (PUMS), in fase di redazione ma presentato nei giorni scorsi in occasione della settimana Europea per la Mobilità sostenibile, cerca idee tra i cittadini. Il sindaco Raggio ha annunciato che tra gli obiettivi del piano vi è la costruzione partecipata e condivisa. Attraverso il portale http://www.pumsroma.it chiunque potrà fare la sua proposta, avanzare suggerimenti, dare consigli o votare direttamente le infrastrutture di trasporto che reputa più efficaci.

A Ferrara al via RemTech expo:  l’evento di riferimento in Italia sulle bonifiche dei siti contaminati

A Ferrara al via RemTech expo: l’evento di riferimento in Italia sulle bonifiche dei siti contaminati

Dal 20 al 22 settembre2017 torna a Ferrara RemTech Expo l’evento di riferimento in Italia sulle bonifiche dei siti contaminati e la riqualificazione del territorio. Nel contenitore dell’offerta espositiva della fiera anche gli eventi paralleli: Coast (gestione e tutela della costa e del mare), Esonda (dedicata alla protezione dal rischio idrogeologico ed alla manutenzione del territorio), Inertia (riutilizzo dei rifiuti inerti e sugli aggregati naturali, riciclati e artificiali), Sismo (sui temi del rischio sismico, conoscenza, pianificazione e mitigazione).

Inquinamento atmosferico, Italia e Polonia maglia nera Ue per il Pm10

Inquinamento atmosferico, Italia e Polonia maglia nera Ue per il Pm10

All’interno dell’ultima edizione del rapporto Eurostat regional yearbook, l’ufficio statistico dell’Unione europea aggiorna al 2017 un ampio dataset di informazioni statistiche relative alle regioni che compongono gli Stati membri Ue, soffermandosi anche sulla qualità dell’aria che respirano i loro cittadini. Un dato dove il nostro Paese brilla purtroppo in negativo: «Le concentrazioni più elevate di particolato – osservano infatti da Eurostat – sono state registrate negli Stati membri dell’Europa orientale e meridionale, in particolare in Polonia e in Italia».

Stati Generali della Mobilità Nuova, Pesaro 15 e 16 settembre 2017

Stati Generali della Mobilità Nuova, Pesaro 15 e 16 settembre 2017

Si è svolto a Pesaro Il 15 e 16 settembre 2017 l’iniziativa Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova dal titolo Muovere le idee per muovere le persone, promossa da numerose associazioni ed istituti che agiscono sui temi della mobilità sostenibile, tra cui Legambiente, Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce, in collaborazione con il Comune di Pesaro, la regione Marche ed il Patrocinio di Anci.