Criteri di articolazione tariffaria applicata agli utenti dei servizi idrici. Inquadramento generale e primi orientamenti

Criteri di articolazione tariffaria applicata agli utenti dei servizi idrici. Inquadramento generale e primi orientamenti

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico ha reso pubblico il provvedimento Criteri di articolazione tariffaria applicata agli utenti dei servizi idrici. Inquadramento generale e primi orientamenti I soggetti interessati sono invitati a far pervenire all’Autorità le proprie osservazioni e proposte in forma scritta, compilando l’apposito modulo interattivo disponibile sul sito internet dell’Autorità o tramite posta elettronica (unitaTSI@autorita.energia.it) entro il 15 maggio 2017.

Studio AGICI, servono 2 miliardi/anno per ammodernare il settore idrico in Italia

Studio AGICI, servono 2 miliardi/anno per ammodernare il settore idrico in Italia

AGICI ha condotto uno studio sullo sviluppo del settore idrico in Italia e sulle sfide, in termini di efficienza, innovazione e investimenti in nuove tecnologie che le aziende dovranno affrontare nei prossimi anni. Secondo tale studio sono necessari 2 miliardi di euro l’anno di investimenti per ammodernare e rendere efficiente il settore idrico in Italia per i prossimi 25 anni. Qualora non venissero fatti, il Sistema-Paese subirebbe un danno quantificabile in 32 miliardi di euro al 2030.

Energia: ENEA, raggiunti obiettivi per le rinnovabili, ma peggiorano prospettive decarbonizzazione e costo kilowattora industria resta ai massimi in Europa

Energia: ENEA, raggiunti obiettivi per le rinnovabili, ma peggiorano prospettive decarbonizzazione e costo kilowattora industria resta ai massimi in Europa

L’Analisi Trimestrale del Sistema Energetico dell’ENEA evidenzia che nel 2016 l’Italia ha raggiunto con quattro anni di anticipo gli obiettivi europei di fonti rinnovabili sui consumi finali di energia (con il 17,6% contro il 17% al 2020), l’elettricità prodotta è stata più green grazie al maggiore utilizzo di gas (+13%) e al forte calo del carbone (-21%) e i consumi di energia sono rimasti stabili. Nonostante il quadro positivo ENEA evidenzia diverse criticità: rallentamento della crescita delle rinnovabili, peggioramento delle prospettive di decarbonizzazione post-2020 e il persistente elevato livello dei prezzi dell’energia, con evidenti ripercussioni sulla competitività delle nostre imprese.

Agenzia Europea per l’Ambiente:  studio su efficienza carburanti in nuove auto

Agenzia Europea per l’Ambiente: studio su efficienza carburanti in nuove auto

Un’analisi dell’Agenzia Euoropea per l’Ambiente valuta emissioni ed efficienza del carburante delle auto nuove vendute nell’Unione Europea (UE)
Secondo il report le emissioni medie di CO2 di una nuova autovettura venduta nel 2016 sono state di 118,1 g CO2/km con una diminuzione di 1,4 g CO2 / km (1,2%) rispetto all’anno precedente. Questa riduzione è il miglior risultato annuale registrato dal 2006 per le auto nuove vendute nell’UE. Con una media di 118,1 g CO2/km, le auto nuove vendute nel 2016 hanno emesso più di 23g CO2/km rispetto all’obiettivo 2021.