Rapporto 2016 sulla Mobilità degli Italiani di Isfort

È stato pubblicato il 14esimo Rapporto sulla Mobilità in Italia, realizzato da Isfort con l’apporto di Asstra e Anav.
Il rapporto si articola in due sezioni: la prima è dedicata all’analisi della Struttura e dinamiche della domanda di mobilità ( Osservatorio “Audimob”); la seconda sezione contiene alcuni Focus settoriali, ovvero il Trasporto Pubblico Locale (dal lato dell’offerta), la Mobilità individuale e la Sharing mobility
In grande sintesi il rapporto sostiene che negli ultimi 15 anni, la domanda complessiva di mobilità pubblica, in Italia, si è contratta del 15,2% e anche il numero dei passeggeri-chilometro totali è diminuito (rispetto al 2008) del 23,9% (da 1.561 a 1.188 milioni di pass.-km nel 2016). La mobilità sostenibile, nonostante il significativo miglioramento registrato nel 2016, specie per i mezzi di trasporto più ecologici (piedi, bici, trasporto pubblico) è calata: tra il 2002 e il 2016 passa dal 37,2% al 31,1%. Secondo la ricerca Incidono su questo dato la frammentazione degli insediamenti (sprawl urbano) e oscillazioni congiunturali (prezzo dei carburanti), tuttavia è chiaro che le politiche pubbliche, centrali e locali, per la mobilità sostenibile alla prova dei fatti, e al di là della retorica, non sono state efficaci o addirittura sono state penalizzanti
L’automobile rimane il mezzo preferito per gli spostamenti degli italiani: 38 milioni le vetture che circolano nel nostro Paese, con un aumento nell’ultimo triennio del 2,4% con un tasso di motorizzazione pari a 62,4 autovetture ogni 100 abitanti, il più alto in Europa dopo il Lussemburgo.
Il rapporto analizza anche la tipologia di spostamenti, in cui rimane dominante la scala locale, e le componenti che, contrariamente a quanto si possa pensare, anche nei giorni feriali ha comenenti di pendolari ma anche legate al tempo libero ed altre attività.
Tra i focus proposti: si analizzano trasporto pubblico (offerta) e il Car sharing settore dall’enorme potenzialità continua a crescere . I numeri complessivi del car sharing in Italia (a fine 2015): 5.400 veicoli, 700.000 iscritti, 6.500.000 noleggi all’anno, 50.000.000 chilometri percorsi all’anno. I servizi a flusso libero incidono per l’84% dei veicoli, il 91% dei noleggi e il 97% dei km percorsi
Il rapporto (Presentazione, Sintesi per la stampa, Rapporto completo 2016 sulla Mobilità degli Italiani) è disponibile al seguente link
Fonte: Isfort

Potrebbero interessarti anche...