Spreco di cibo: ecco i dati sullo spreco domestico di 400 famiglie italiane nell’ambito del progetto Reduce

Il progetto Reduce reso noti i dati su primi monitoraggi sullo spreco alimentare.

Secondo le indagini effettuate ogni famiglia getta 84,9 kg di cibo nel corso dell’anno: a livello nazionale significa sprecare circa 2,2 milioni di tonnellate di cibo in un anno, per un costo di 8,5 miliardi €. circa lo 0,6% del Pil.

La famiglia media spreca circa 1,5 kg di cibo ogni settimana e il pasto incriminato e’ la cena, quando si spreca in media 1 volta e ½ più che a pranzo. I cibi più gettati sono la verdura  (in un anno significa sprecare 7,1 kg di verdure). Subito dopo il latte e latticini (4,8 kg all’anno). A seguire la frutta e i prodotti da forno. Le cause? Aver raggiunto o superata la data di scadenza o essere andato a male nel 46% dei casi, e aver gettato il cibo che non era piaciuto (26%).

Rilevazioni importanti anche dal monitoraggio sulla grande distribuzione 9,5 kg/anno per mq di superficie di vendita lo spreco negli ipermercati e 18,8 kg/anno per mq nei supermercati. Tradotto per ogni cittadino italiano significa una produzione di spreco di 2,89 kg/anno pro capite,

Si spreca anche nelle mense scolastiche: quasi 1/3 del pasto viene gettato, Lo spreco è ripartito fra avanzi dei piatti (16,7%), cibo intatto lasciato nella mensa (5,4%) e cibo intatto portato in classe (pane e frutta).

Il comunicato stampa completo del progetto Reduce al seguente link

Fonte: progetto Reduce

Potrebbero interessarti anche...