Taggato: Rassegna Stampa

La gestione dell’acqua: il modello pubblico del Veneto. Investimenti, lavoro e ambiente

La gestione dell’acqua: il modello pubblico del Veneto. Investimenti, lavoro e ambiente

Si è svolto lo scorso 19 novembre a Treviso il convegno La gestione dell’acqua: il modello pubblico del Veneto – Investimenti, lavoro e ambiente organizzato dal consorzio Viveracqua. L’incontro è stato momento di confronto tra i rappresentanti di Regione Veneto, Autorità di regolazione nazionale, Viveracqua, Banca europea degli investimenti e Anci Veneto sul rapporto tra investimenti, lavoro, ambiente e finanziamenti nella gestione del servizio idrico.

Hera: Il report ‘In buone acque’ compie 10 anni

Hera: Il report ‘In buone acque’ compie 10 anni

Disponibile online il report In buone acque redatto dal Gruppo Hera per fornire informazioni dettagliate e di immediata lettura sul ciclo idrico gestito in 231 comuni di Emilia-Romagna, Marche e Triveneto. Tre i temi affrontati: qualità dell’acqua e controlli, investimenti dell’azienda per il servizio idrico, vantaggi ambientali dell’uso dell’acqua di rubinetto.

Hera presenta: dare “Valore all’energia” report aziendale sull’efficienza energetica

Hera presenta: dare “Valore all’energia” report aziendale sull’efficienza energetica

Dare “Valore all’energia”, perché nei risparmi di energia sono concretamente visibili gli effetti vantaggiosi del modello di economia circolare. Giunto alla quarta edizione il rapporto analizza ed illustra tutti gli aspetti in cui si articola l’impegno della multiutility nel risparmio e nell’utilizzo efficiente dell’energia, all’insegna della sostenibilità ambientale ed economica e nell’interesse dei territori e di oltre 4 milioni di clienti.

Carta. Raccolta differenziata e cooperazione sociale: tante potenzialità ancora da esprimere

Carta. Raccolta differenziata e cooperazione sociale: tante potenzialità ancora da esprimere

Nell’ambito di Ecomondo 2018 si è svolto il convegno “Le nuove vie della seta: da raccolta differenziata a integrazione sociale” organizzato da Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) nel quale sono state messe in evidenza le potenzialità nel settore sociale delle cooperative che raccolgono carta e cartone.

Regione Basilicata: bando mette a disposizione 2,4 milioni di euro per  impianti energia rinnovabile

Regione Basilicata: bando mette a disposizione 2,4 milioni di euro per impianti energia rinnovabile

La Regione Basilicata comunica l’avvio di un bando che mette a disposizione 2,4 milioni di euro per finanziare il miglioramento e l’espansione delle infrastrutture su piccola scala finalizzate alla produzione, approvvigionamento e utilizzo di fonti di energia rinnovabili, attraverso la valorizzazione energetica di sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia e al risparmio energetico.

Aie, rinnovabili non bastano, serve cattura carbonio

Aie, rinnovabili non bastano, serve cattura carbonio

Nei prossimi 20 anni le emissioni di gas serra dai settori energetico, industriale e dei trasporti copriranno da sole il 95% delle emissioni tollerabili per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima. Di conseguenza, se il mondo vuole contenere il riscaldamento globale, deve non soltanto investire di più sulle rinnovabili, ma anche puntare sulla cattura del carbonio, l’idrogeno e l’efficienza energetica

Energia: biometano da fonti rinnovabili con il progetto +GAS

Energia: biometano da fonti rinnovabili con il progetto +GAS

Il progetto +Gas, coordinato dall’ENEA e presentato ad Ecomondo. Ha come obiettivo trasformare l’energia elettrica da fonti rinnovabili in un combustibile pulito da utilizzare per autotrasporto o per uso domestico. Soluzione che consente di recuperare l’elettricità prodotta in eccesso, trasformandola in biometano per autotrazione o da immettere in rete.

Al via la discussione alla Camera della legge nazionale per l’acqua pubblica e partecipata

Al via la discussione alla Camera della legge nazionale per l’acqua pubblica e partecipata

Il 25 Ottobre è iniziata presso la Commissione Ambiente della Camera la discussione della legge “Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque”. Una legge in attuazione dei referendum 2011. La proposta di legge risponde all’urgenza di dotare il nostro paese di un quadro legislativo unitario rispetto al governo delle risorse idriche come bene comune, introducendo modelli di gestione pubblica e partecipativa del servizio idrico, procedendo da subito alla ripubblicizzazione dello stesso.