Il 16 settembre è entrata in vigore la legge delega del 12 agosto 2016 n.170 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 204 del 1 settembre 2016) che permetterà al Governo di adottare le disposizioni e di stabilire i criteri per attuare le 13 direttive europee riportate negli allegati alla legge A e B. In base a quanto stabilito dall’articolo 2 del provvedimento legislativo il Governo avrà due anni di tempo per introdurre delle sanzioni che puniscano le inadempienze alle 11 direttive europee contenute negli allegati A e B. Nell’elencodiverse direttive ambientali che interessano i temi dei rifiuti, dell’edilizia sostenibile, delle emissioni inquinanti e delle energie rinnovabili.
Tra di esse la Direttiva Ue 2015/72 del 29 aprile 2015 (link) sulla riduzione dell’utilizzo di borse di plastica. Normativa che ha come obiettivo unificare le legislazioni nazionali sull’uso dei sacchetti, stabilendo modalità e obiettivi comuni per ridurre il consumo di borse di plastica in materiale leggero. Il Governo entro il 27 novembre 2016 dovrà procedere alla pubblicazione delle procedure per la sua applicazione.
La legge delega contiene altre scadenze in diversi settori quali:

  • Commercializzazione dei prodotti edilizi: entro 60 giorni dalla pubblicazione della legge delega il Governo dovrà adeguare le leggi nazionali sulla commercializzazione dei prodotti edilizi al regolamento UE n. 305/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio, approvato in data 9 marzo 2011.
  • Benzina e sul diesel: entro il 10 settembre 2017 il Governo dovrà pubblicare le linee guida e i criteri per l’attuazione del regolamento UE 2015/1513 sulla benzina e sul diesel approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio il 9 settembre del 2016. Per la stessa data è fissato l’adeguamento alla direttiva 2009/28/CE che disciplina la promozione delle energie rinnovabili.
  • Emissioni climalteranti prodotte dagli impianti di combustione medi: entro il 19 dicembre 2017 il Governo dovrà pubblicare i criteri direttivi per attuare la direttiva UE 2015/2193 approvata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio UE il 25 novembre 2015. La direttiva stabilisce una riorganizzazione normativa degli impianti inquinanti.

Il testo completo della legge è disponibile al seguente (link).