Disponibili On line gli atti dei convegni presentati dal CdC RAEE ad Ecomondo a seguito breve descrizione e link agli atti per ciascun convegno.

La composizione dei cinque raggruppamenti RAEE stabilita dal Decreto 40/2023, comprensivo delle tipologie di apparecchiature introdotte con l’Open Scope, è il tema del convegno Raggruppiamo i RAEE c – 8 novembre. (clicca qui per gli atti)

Nel corso dell’incontro è stata sottolineata l’importanza del documento, corredato dall’interpretazione applicativa elaborata dal Consorzio in accordo con il MASE per chiarire un refuso presente nel testo, per favorire l’ingresso nei centri di raccolta comunali di tutte le tipologie di AEE giunte a fine vita, anche quelle finora disperse o non note.

Le principali novità introdotte dal decreto riguardano in particolar modo i raggruppamenti 1 e 4. Nel raggruppamento delle apparecchiature per lo scambio di temperatura con fluidi fanno ingresso le pompe di calore, i radiatori a olio e le asciugatrici, mentre in R4 entrano a far parte le stufe elettriche, le caldaie e gli scaldacqua.

Convegno Decreto per la preparazione per il riutilizzo – 9 novembre. (clicca qui per gli atti)

Obiettivo dell’appuntamento è stato quello di spiegare nei suoi punti essenziali il Decreto 119/2023 sulle condizioni per l’esercizio della preparazione per il riutilizzo in forma semplificata dei RAEE.

In particolare, sono stati affrontati questi aspetti definiti dalla norma:

  • modalità operative e requisiti minimi per l’esercizio dell’attività;
  • dotazioni tecniche e strutturali necessarie per effettuare la preparazione per il riutilizzo;
  • volumi, origine, tipologie e caratteristiche dei rifiuti interessati;
  • condizioni specifiche per l’esercizio di operazioni di preparazione per il riutilizzo.

Cosa trattano gli impianti? L’analisi della composizione dei raggruppamenti RAEE, – 9 novembre (clicca qui per gli atti)

Il convegno ha presentato i primi risultati dell’attività di campionamento dei rifiuti elettronici domestici effettuata presso gli impianti di trattamento accreditati al Consorzio finalizzata a conoscere in maniera puntuale la composizione delle singole categorie merceologiche raccolte nei raggruppamenti RAEE e a comprendere le criticità che impattano sull’operatività degli impianti di trattamento.

L’analisi è stata eseguita in collaborazione con il GRUPPO CSA Srl per quanto riguarda R5 e con il Consorzio Nazionale Qualità per tutti gli altri raggruppamenti. I dati presentati sono frutto di una prima serie di campionamenti svolti nel biennio 2022 – 2023 e verranno validati attraverso ulteriori attività di verifica che saranno svolte nel 2024.

Fonte: Cdc RAEE