Acqua potabile nell’Unione europea: migliori qualità e accesso

Il 23 ottobre il Parlamento europeo ha approvato delle regole volte a migliorare ulteriormente la qualità e l’accesso all’acqua potabile e la conseguente riduzione dei rifiuti di plastica.
In Europa l’acqua pubblica è di buona qualità infatti secondo la relazione redatta dall’Agenzia europea dell’ambiente (2016), più del 98,5% dei test effettuati sui campioni di acqua potabile, eseguiti tra il 2011 e il 2013, rispetta gli standard dell’Unione europea. La legislazione approvata mira ad aumentare ulteriormente la qualità dell’acqua del rubinetto rendendo più severi i limiti massimi per certi inquinanti come il piombo (da dimezzare) o batteri nocivi e introducendo limiti anche per alcuni modificatori endocrini. Saranno monitorati anche i livelli delle microplastiche. Le nuove norme inoltre promuovono l’aumento della trasparenza e garantiranno un maggiore accesso alle informazioni relative alla qualità dell’acqua ai consumatori. Tra le regole inserite anche misure che incentivano l’uso di acqua di acquedotto negli spazi pubblici (inclusi centri commerciali e aeroporti) attraverso sistemi che vanno dall’installazione di fontane e incoraggiano i ristoranti a usare l’acqua del rubinetto.
Secondo la Commissione europea, l’accesso a un’acqua di migliore qualità potrebbe ridurre il consumo delle bottiglie di plastica del 17%. Dopo l’approvazione del Parlamento europeo, le norme devono ora essere negoziate con il Consiglio e con la Commissione europea.

Fonte: Parlamento europeo – Approfondimenti qui.

 

Potrebbero interessarti anche...