Agenzia Europea per L’Ambiente: la prevenzione è fondamentale per affrontare la crisi dei rifiuti di plastica

La relazione dell’AEA dal titolo Preventing plastic waste in Europeen [Prevenire l’inquinamento da rifiuti di plastica in Europa] ha esaminato le iniziative intraprese dai paesi membri dell’AEA in questo campo. E’ stato evidenziato come le attività di prevenzione mirate ai rifiuti di materie plastiche, vengono affidate dagli stati a programmi di riduzione dei rifiuti. Tali programmi, tuttavia, includono misure generali e possono non riguardare necessariamente la plastica in modo specifico ma gli imballaggi in generale.  Il problema principale per quanto riguarda la plastica è che continuiamo a consumarne quantità sempre maggiori che, inevitabilmente, si convertono in rifiuti. In termini di prevenzione, il rapporto evidenzia la necessità di concentrarsi sui rifiuti di imballaggio perché costituiscono la maggior parte dei prodotti di plastica che consumiamo, seguiti dalle materie plastiche nei settori dell’elettronica e dell’edilizia. Attualmente, ricicliamo circa un terzo dei rifiuti di plastica prodotti, con un trend in aumento, sebbene il dato includa le esportazioni al di fuori dell’UE.

Dal punto di vista della prevenzione la Commissione europea e l’UE hanno in atto una strategia sulla plastica (adottata nel 2018) e recentemente il Parlamento europeo e gli Stati membri dell’UE hanno completato e adottato la direttiva sui prodotti di plastica monouso. Questi due recenti esempi di impegno della Commissione tuttavia non trovano ancora riscontro nella mappatura delle misure nazionali di prevenzione dell’inquinamento da rifiuti illustrata nella nostra relazione. Tuttavia, il recepimento della direttiva e l’esempio offerto dalla strategia sulla plastica dovrebbero far sentire i loro effetti sulle misure nazionali volte a prevenire i rifiuti di plastica nel prossimo futuro.

L’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) supporta il tema della prevenzione dei rifiuti di plastica pubblicando,  dal 2013,  una serie di relazioni sulla prevenzione dei rifiuti, cercando di analizzare la situazione nei paesi membri e di proporre alcune opzioni di miglioramento. L’AEA ha il compito di monitorare i progressi compiuti nella prevenzione dell’inquinamento da rifiuti e l’evoluzione verso la dissociazione tra produzione di rifiuti e crescita economica. D’ora in poi, conformemente alla normativa modificata, pubblicherà ogni due anni una relazione sulla prevenzione dell’inquinamento da rifiuti (ciascuna dedicata a un tema diverso), sempre tenendo conto del monitoraggio dei progressi e della valutazione dell’attuazione da parte degli Stati membri dell’UE. La prossima relazione sarà pubblicata nel 2021. L’AEA redige inoltre schede informative che descrivono l’attuazione a livello nazionale e sono attualmente in fase di aggiornamento.

Il Rapporto è disponibile  qui.

Fonte: Agenzia Europea dell’Ambiente

Potrebbero interessarti anche...