Amianto, Costa: Obbligo morale difendere i cittadini, in particolare i più deboli

Nella Giornata mondiale per ricordare le vittime dell’amianto, tenutasi lo scorso 28 aprile, il Ministro dell’ambiente Costa ricorda come l’amianto a quasi tre decenni dalla legge che ne ha abolito l’utilizzo, continua a mietere anche in Italia migliaia di vittime . Secondo Costa per il ministero è un obbligo morale favorire ogni azione che possa contribuire a difendere i cittadini, in particolare i più deboli – aggiunge il Ministro. Recentemente sono stati destinati 385 milioni di euro a interventi di bonifica che le regioni dovranno realizzare entro il 2025 negli edifici pubblici, scuole e ospedali in primis, adottando il piano operativo ambiente approvato dal Cipe nel 2016. Nel collegato ambientale verranno introdotte inoltre uno strumento sanzionatorio, inasprendo le pene per chi si rende responsabile delle malattie collegate all’utilizzo di questo materiale, o contribuisca in qualsiasi modo alla sua diffusione. Conferma l’impegno del ministero a far si  i fondi vengano utilizzati e le sanzioni applicate – spiega Costa – utilizzando tutti gli strumenti a disposizione, per vincere una battaglia che va avanti da troppo tempo.

Il comunicato stampa del ministero qui

Fonte: Ministero Dell’Ambiente

Potrebbero interessarti anche...