Annual Report EcoTyre 2015

È stato presentato a Trapani il rapporto annuale di attività del Consorzio Ecotyre insieme al primo bilancio sul progetto PFU Zero.

Di seguito i principali risultati raggiunti:

  • diminuzione costante, di oltre il 33% del contributo ambientale grazie a una maggiore razionalizzazione ed ottimizzazione della propria rete di raccolta e gestione;
  • aumento nel 2015 del 7,6% rispetto all’anno precedente dei PFU gestiti, per un quantitativo totale raccolto pari a 48.783.751 chilogrammi;
  • 29.000.000 di chilogrammi di pneumatici per auto e moto con un peso inferiore a 20 kg)  di PFU gestiti (circa il 76,4% del totale);
  • incremento importante dei punti raccolta, passati da 8.019 a 9.832, il 23% in più rispetto al 2014;
  • le Regioni in cui si raccoglie di più sono il Piemonte, la Lombardia e il Lazio seguito a brevissima distanza dall’Emilia Romagna.

Nel corso della conferenza è stato fatto anche il punto sul progetto PFU Zero: il primo progetto nazionale di mappatura dei depositi abbandonati di PFU e ha l’obiettivo di individuare, attraverso le segnalazioni di enti locali, associazioni e cittadini, situazioni di abbandono. Ogni anno EcoTyre dedica una parte del proprio avanzo di gestione alla bonifica di alcuni dei depositi segnalati attraverso PFU Zero. In meno di tre anni di attività sono stati raccolti oltre un milione di PFU attraverso circa 70 interventi straordinari in tutta Italia.

Potrebbero interessarti anche...