Autorizzazione integrata ambientale: dal Ministero dell’Ambiente le ultime istruzioni operative

Il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ha emanato la direttiva del 16 dicembre 2015, n. 274, la cui finalità è disciplinare la conduzione dei procedimenti di rilascio, riesame e aggiornamento dei provvedimenti di autorizzazione integrata ambientale di competenza del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Il provvedimento ha lo scopo di fare chiarezza in merito alle procedure di AIA alla sua validità ed alle modalità di riesame. In particolare la direttiva:

  • ribadisce la centralità della valutazione preventiva (quindi in fase di progettazione) in merito alla sostanzialità delle modifiche definisce una serie di “criteri speditivi per aiutare gli stessi gestori a valutare la reale portata della modifica e, di conseguenza, a capire quale tipo di comunicazione inoltrare alle autorità;
  • all’interno delle modifiche “sostanziali” sono state dettagliate quelle identificabili con un esame preliminare, in modo da dirimere fin dall’inizio qualsiasi possibile interpretazione soggettiva da parte dei gestori.

La direttiva del Ministero dell’Ambiente chiarisce alcuni ambiti della disciplina sull’autorizzazione integrata ambientale, nell’interesse non solo del settore industriale, ma anche delle stesse autorità competenti alle quali il provvedimento ha fornito utili indicazioni operative.

Il provvedimento, recentemente pubblicato nel web è già vigente; il testo è disponibile al seguente link.

Potrebbero interessarti anche...