Bari, con il progetto Muvt percorsi 39.558 chilometri in bicicletta sul tragitto casa-scuola /casa-lavoro

Lo scorso 7 giugno, il sindaco di Bari Antonio Decaro ha consegnato un premio simbolico al signor Francesco Rutigliano, beneficiario del contributo MUVT per l’acquisto della bicicletta e che ha scelto di partecipare alla sperimentazione Pin Bike, per cui i cittadini possono ricevere un rimborso per i chilometri percorsi in bicicletta durante il percorso casa-lavoro.

Dall’inizio della sperimentazione, terminata giovedì 6 giugno, in città sono stati rilevati 39.558 chilometri percorsi in bicicletta dai cittadini aderenti al programma Pin Bike. Alla lunghezza del percorso effettuato corrispondono complessivamente 2.594,3 euro di rimborso per i 290 cittadini partecipanti al progetto MUVT grazie ai quali, finora, è stato possibile evitare l’immissione nell’aria di 6.972,29 kg di CO2, di 28,67 kg di CO e di 1,44 kg di Pm10, con un risparmio economico totale pari a 4.500 euro (in base a una media di calcolo di 10 centesimi di carburante per chilometro percorso).

Il bando è un’ idea del comune di Bari per incentivre l’uso della bicicletta e delle piste ciclabili nella città.  Prevedeva che i beneficiari del contributo per l’acquisto della bicicletta potevano aderire a un programma sperimentale della durata di 4 mesi che prevede un rimborso chilometrico per il tragitto casa-scuola /casa-lavoro (0,20 € a km per il tragitto casa-lavoro, e 0,04 € a km per altri tragitti all’interno del confine urbano per le biciclette tradizionali e 0,10 €/km e 0,02 €/km per biciclette elettriche o a pedalata assistita), fino a un massimo di 1 € al giorno/100 € in 4 mesi e un sistema di incentivi basati su premi e classifiche comunali (extra-bonus di € 50,00 per i 10 beneficiari che avranno percorso più km con bici tradizionale o € 100 per i primi 5 beneficiari che avranno percorso più km con bicicletta elettrica o a pedalata assistita).

Grazie al bando sono state acquistate 3.001 bici, di cui 460 per minorenni.

Fonte Eco dalle città – articolo completo qui

Potrebbero interessarti anche...