BONIFICATE 42 DISCARICHE IN 27 MESI: L’ITALIA RISPARMIA 34 MILIONI DI EURO DALL’INIZIO DELLA SANZIONE NEL 2014

Il risultato del lavoro della Struttura di missione del commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive, istituita a marzo 2017, per azzerare il debito contratto con l’Europa è stato dettagliatamente descritto all’interno della quarta relazione semestrale presentata alla stampa nel corso di una conferenza alla quale hanno preso parte il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il Comandante del CUFA, il Generale C.A. Ciro D’Angelo e il rappresentante di ISPRA, Dott. Sergio Pascarella Cinque semestri, due anni e mezzo di lavoro, 42 siti da nord in tutta la penisola, restituiti ai territori. Ad oggi, su 81 discariche consegnate nelle mani del Commissario di Governo per la bonifica dei siti inquinati, più della metà sono stati portati fuori dalla procedura di infrazione permettendo all’Italia di risparmiare 16milioni e 800mila euro ogni anno negli ultimi due. La sanzione si è ridotta dai 42milioni ogni sei mesi del 2014 agli attuali 8 milioni.

In due anni e mezzo di lavoro, la Regione che ha fatto registrate il maggior numero di interventi è l’Abruzzo (11 siti), a seguire  Campania (8), Calabria (8 siti) poi Sicilia (6), Lazio (5), Veneto (2), Puglia (1) e Toscana (1).

Sicurezza e celerità: sono punti cardine della struttura di missione che ha siglato ben 31 protocolli con 14 stazioni appaltanti, compilato e adottato il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC) e ora si avvia spedita verso la conclusione di altri 8-12 interventi su altrettanti siti da portare fuori dalla procedura di infrazione entro la decima semestralità del prossimo dicembre 2019.

Il comunicato stampa  qui

Fonte:  Struttura di missione del commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive

Potrebbero interessarti anche...