Categoria: Acqua

#Ravenna2020 “Fare i conti con l’Ambiente”: Le Scuole di Alta Formazione

L’edizione 2020 di Fare i conti con l’ambiente, il festival formativo ambientale (13, 14, 15 maggio, Ravenna) ospiterà anche quest’anno le 4 Scuole di Alta Formazione. Fiore all’occhiello della manifestazione, offrono una formazione tecnica di alta qualità. Ciascuna delle scuole prevede un percorso formativo residenziale composto generalmente da tre giornate comprendente sia lezioni teoriche che lezioni pratiche in aule appositamente predisposte.

La scuola di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati ha lo scopo di fornire ai partecipanti strumenti operativi per la gestione dei siti contaminati, dalla caratterizzazione innovativa, alla redazione dell’analisi di rischio, alla valutazioni sulla sicurezza dei lavoratori.

La Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti approfondisce uno degli ambiti più complessi della materia ambientale, ovvero la gestione dei rifiuti.

La Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti strumenti operativi per la gestione dei sistemi idrici, dalla redazione dell’analisi delle performance, alla verifica degli interventi di ottimizzazione, alle tecniche di monitoraggio.

La Scuola di Alta Formazione sui Servizi Pubblici Locali fornisce ai partecipanti strumenti operativi per la gestione delle importanti novità intervenute nel corso degli ultimi anni nella riforma dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 50/2016, integrato da Correttivo 2017) e la riforma delle Società a partecipazione pubblica (DLgs.175/2016, integrato da Correttivo 2017) e un focus sulle gare ad evidenza pubblica.

Ricordiamo inoltre il Progetto G100 – Formazione senza barriere labelab offre a 20 studenti neo laureati la possibilità di partecipare gratuitamente alle scuole.

Alla scoperta delle torri d’acqua, fonte di vita per 1,9 miliardi di persone

Alla scoperta delle torri d’acqua, fonte di vita per 1,9 miliardi di persone

Le torri dell’acqua sono le riserve d’acqua d’alta montagna:  montagne, i ghiacciai, le zone umide, dei veri e propri  magazzini naturali da cui proviene l’acqua necessaria per bere, irrigare, coltivare, alimentare, vivere. Complici le azioni umane e la crisi climatica, questa riserva sta diminuendo le 78 torri d’acqua più importanti del mondo non hanno abbastanza da offrire rispetto alla nostra richiesta. A raccontarci le condizioni attuali dei magazzini d’acqua globali studio che ha coinvolto, grazie al supporto di Rolex Perpetual Planet in collaborazione con National Geographic, ben 32 scienziati internazionali. Lo sintetizza Giacomo Tagliani per Repubblica.

Acqua: approvato Metodo per le tariffe 2020-2023

Acqua: approvato Metodo per le tariffe 2020-2023

Il nuovo Metodo Tariffario Idrico, deliberato dall’Autorità per l’energia e l’ambiente per il periodo 2020-2023 colloca il settore idrico nell’economia circolare, premiando anche l’efficienza energetica e prevedendo incentivi per il risparmio e il riuso delle acque. Il nuovo Metodo Tariffario prevede uno schema regolatorio per portare verso gli standard nazionali chi è in ritardo e superare così il Water Service Divide, l’efficientamento dei costi operativi e delle gestioni, la valorizzazione della sostenibilità ambientale anche attraverso il Piano per le Opere Strategiche e gli incentivi agli strumenti di misura dei consumi, per aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle proprie abitudini. Sono i principi a cui è ispirato.

PRESENTAZIONE STRATEGIA NAZIONALE MIPAAF SU RISPARMIO IDRICO, TUTELA TERRITORIALE, LOTTA AL DISSESTO IDROGEOLOGICO

PRESENTAZIONE STRATEGIA NAZIONALE MIPAAF SU RISPARMIO IDRICO, TUTELA TERRITORIALE, LOTTA AL DISSESTO IDROGEOLOGICO

La Strategia nazionale per il risparmio idrico, la tutela territoriale, la lotta al dissesto idrogeologico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali è stata illustrata lo scorso 8 gennaio a Roma  alla presenza dell Ministro Teresa Bellanova. Tra i vari punti della Strategia la Banca dati degli Investimenti irrigui e il Sistema Informativo nazionale per la gestione della risorsa idrica in agricoltura. Realizzata nel 2018 dal CREA in collaborazione con le Regioni la Banca Dati, obiettivo della Banca dati è supportare nella maniera più ampia possibile la programmazione degli interventi finalizzati alla riduzione dei rischi in agricoltura, sia in relazione alla scarsità idrica, sia al dissesto.