Categoria: Acqua

Acque reflue e circolazione del Covid-19 – Affrontare la Fase 3 in sicurezza: biosorveglianza+inattivazione

Acque reflue e circolazione del Covid-19 – Affrontare la Fase 3 in sicurezza: biosorveglianza+inattivazione

’incontro affronta la fattibilità e la valenza strategica della sorveglianza ambientale sui virus in acque reflue come possibile strumento di prevenzione e controllo di focolai epidemici, anche attraverso specifici aggiornamenti sulla ricerca analitica del virus in matrici idriche complesse. Disponibile online il video dell’evento.

I dati dell’Osservatorio Prezzi e Tariffe sul servizio idrico integrato

I dati dell’Osservatorio Prezzi e Tariffe sul servizio idrico integrato

L’ Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva ha  realizzato nell’ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino” finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018) – una ricerca  in base alla quale emerge che la cifra spesa nel 2019 da una famiglia (famiglia tipo di tre componenti ed un consumo annuo di 192 metri cubi) per la bolletta idrica è 434€, con un aumento del 2% rispetto al 2018. Disponibile online la ricerca.

Pubblicazione su G.U.U.E. del Regolamento europeo recante prescrizioni minime sul riutilizzo dell’acqua 2020/741

Pubblicazione su G.U.U.E. del Regolamento europeo recante prescrizioni minime sul riutilizzo dell’acqua 2020/741

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea GU L 177 del 5 giugno 2020, il Regolamento (UE) 2020/741 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 maggio 2020 recante prescrizioni minime per il riutilizzo dell’acqua, approvato a maggio dal Parlamento europeo. Si tratta di un passo importante verso un uso più sostenibile dell’acqua, nonché un’azione rilevante per fronteggiare la carenza di acqua nel territorio dell’UE. Il testo del decreto nell’articolo.

Scarichi nel Seveso, li scoveranno i droni

Scarichi nel Seveso, li scoveranno i droni

BrianzaStream, il metodo ideato e messo a punto da BrianzAcque per la mappatura georeferenziata con i droni lungo il tratto brianzolo del Seveso, sarà adottato da Regione Lombardia ed esteso all’intera asta del corso d’acqua. L’innovativo ed efficace  sistema  4.0 per dare la caccia agli scarichi, principali fonti di inquinamento di fiumi e affluenti, è infatti stato  presentato al Comitato di coordinamento dei contratti di fiume nell’ambito di un progetto capitanato da FLA, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, per il censimento degli scarichi sul Seveso, che vedrà coinvolti diversi attori: Regione Lombardia, AIPO e gli Enti Gestori del Servizio Idrico Integrato delle province interessate.

ACQUE REFLUE, DALL’INFRAZIONE ALL’INNOVAZIONE – video

ACQUE REFLUE, DALL’INFRAZIONE ALL’INNOVAZIONE – video

La recente nomina del nuovo Commissario di Governo offre lo spunto per fare luce sullo stato di salute del sistema italiano di depurazione delle acque reflue, che costa ogni anno al Paese centinaia di milioni in sanzioni legate alle procedure europee di infrazione. A che punto siamo con le opere di risanamento? Cosa serve per rendere più efficiente la gestione dei fanghi da depurazione? Ma soprattutto, la chiusura delle infrazioni europee può essere l’occasione per mobilitare investimenti capaci di trasformare il tradizionale concetto di depurazione in una più moderna e sostenibile idea di bioeconomia circolare? Sono questi i temi trattati durante il talk in diretta web “Acque reflue, dall’infrazione all’innovazione” disponibile ora su Ricicla.tv.

Riuso acque reflue in agricoltura: via libera del Consiglio a Regolamento

Riuso acque reflue in agricoltura: via libera del Consiglio a Regolamento

Il Consiglio europeo ha approvato  la proposta di Regolamento sui requisiti minimi per il riuso delle acque reflue in agricoltura, che la Commissione UE aveva adottato nel 2018, dando seguito a Piano di azione sull’economia circolare che aveva previsto una serie di misure tra cui una proposta legislativa sulle prescrizioni minime per il riuso delle acque reflue. Obiettivo del Regolamento è di garantire la sicurezza delle acque trattate a fini irrigui in agricoltura, onde assicurare un elevato livello di protezione dell’ambiente e della salute umana e animale, promuovere l’economia circolare, favorire l’adattamento ai cambiamenti climatici, e concorrere ad affrontare in modo coordinato in tutta l’Unione il problema della scarsità idrica e le risultanti pressioni sulle risorse idriche, contribuendo di conseguenza anche al buon funzionamento del mercato interno.

Newsletter Progetto Plastic Busters MPAs

Newsletter Progetto Plastic Busters MPAs

E’ uscito il quinto numero della Newsletter relativa al Progetto Plastic Busters MPAs. In questa newsletter vengono descritte alcune significative attività del progetto che sono in corso, o che saranno prossimamente realizzate.

Siccità: è la primavera più secca degli ultimi 60 anni

Siccità: è la primavera più secca degli ultimi 60 anni

Stiamo vivendo la primavera più secca degli ultimi 60 anni. A livello nazionale, manca all’appello il 60% di precipitazioni. Lo rivela l’analisi di Meteo Expert-Meteo.it, secondo cui la prima metà della primavera meteorologica, ossia...