Categoria: Aria

Descrizione categoria aria

Rapporto AEA: “Disparità di esposizione e di effetti: vulnerabilità sociale all’inquinamento atmosferico, al rumore e alle temperature estreme in Europa”

Rapporto AEA: “Disparità di esposizione e di effetti: vulnerabilità sociale all’inquinamento atmosferico, al rumore e alle temperature estreme in Europa”

L’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA), di cui ISPRA è National Focal Point, ha pubblicato il 4 febbraio 2019 il rapporto “Unequal exposure and unequal impacts: social vulnerability to air pollution, noise and extreme temperatures in Europe” (Disparità di esposizione e di effetti: vulnerabilità sociale all’inquinamento atmosferico, al rumore e alle temperature estreme in Europa). Nel rapporto si evidenzia la necessità di azioni mirate ad una maggiore protezione della salute dei cittadini europei più vulnerabili, poveri, anziani e bambini, dai rischi ambientali quali l’inquinamento atmosferico e acustico nonché dalle temperature estreme, soprattutto nelle regioni orientali e meridionali del continente.

Legambiente presenta Mal’aria 2019 il dossier annuale sull’inquinamento atmosferico

Legambiente presenta Mal’aria 2019 il dossier annuale sull’inquinamento atmosferico

Legambiente ha pubblicato il dossier Mal’aria 2019 il dossier annuale sull’inquinamento atmosferico in Italia. Il 2018 è stato un anno pessimo per la qualità dell’aria segnato anche dal deferimento dell’Italia alla Corte di giustizia europea in merito alle procedure di infrazione per qualità dell’aria e che costerà multe salate alla Penisola. Tra le principali fonti di emissione il traffico, il riscaldamento domestico, le industrie e le pratiche agricole. I questo contesto l’auto privata continua ad essere di gran lunga il mezzo più utilizzato, se ne contano 38 milioni e soddisfano complessivamente il 65,3% degli spostamenti.

Qualità dell’aria: novità sul sito Web di ARPAT

Qualità dell’aria: novità sul sito Web di ARPAT

ARPAT comunica che è on line una nuova versione della sezione del sito Web di ARPAT dedicata alla qualità dell’aria. Tra le novità la più importante è la pubblicazione in real time dei dati orari degli inquinanti gassosi. I dati vengono pubblicati sul Web con una procedura automatica che si attiva ad ogni ora e pubblica quanto reso disponibile dal sistema di analizzatori automatici della rete di monitoraggio regionale, con una validazione esclusivamente strumentale.

“Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute”: una campagna di comunicazione nel progetto europeo LIFE PREPAIR

“Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute”: una campagna di comunicazione nel progetto europeo LIFE PREPAIR

Nell’ambito del progetto europeo LIFE PREPAIR, APPA promuove in Trentino la campagna di comunicazione per ridurre l’inquinamento da riscaldamento domestico a legna. Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute. Una campagna legata ad una specifica area che contiene poche semplici regole valide per tutto l’arco alpino, appenninico e collinare dove più del 90% del PM10 generato dal settore del riscaldamento domestico deriva dai piccoli apparecchi domestici a legna,

Debutta ‘Valuta l’aria’, la prima rilevazione sovraregionale sulla percezione della qualità dell’aria da parte dei cittadini del Bacino Padano

Debutta ‘Valuta l’aria’, la prima rilevazione sovraregionale sulla percezione della qualità dell’aria da parte dei cittadini del Bacino Padano

Nell’ambito del progetto life Prepair è stata lanciata l’iniziativa “Valuta l’aria”, la prima rilevazione sovraregionale sulla percezione della qualità dell’aria da parte dei cittadini del Bacino Padano. Si tratta di un’indagine online rivolta alla popolazione di Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia.

Prima conferenza mondiale OMS sull’inquinamento atmosferico e la salute

Prima conferenza mondiale OMS sull’inquinamento atmosferico e la salute

Si è svolta a Ginevra dal 30 ottobre al 1° novembre 2018 la prima conferenza mondiale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sull’inquinamento atmosferico e la salute. Secondo quanto discusso nella conferenza è urgente intervenire per prevenire malattie e morti causate da inquinamento contribuirebbe a raggiungere gli obiettivi dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Appalti verdi, online il primo manuale della collana Prepair dedicato all’edilizia

Appalti verdi, online il primo manuale della collana Prepair dedicato all’edilizia

La regione Emilia – Romagna ha pubblicato il primo “Manuale operativo per gli acquisti verdi: progettazione realizzazione e ristrutturazione di edifici con criteri di sostenibilità“. Scopo del manuale è spiegare e dare indicazioni alle stazioni appaltanti e ai progettisti sulla corretta applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) per i lavori di costruzione e ristrutturazione degli edifici Il manuale è stato realizzato nell’ambito del Progetto Life Prepair.

Aie, rinnovabili non bastano, serve cattura carbonio

Aie, rinnovabili non bastano, serve cattura carbonio

Nei prossimi 20 anni le emissioni di gas serra dai settori energetico, industriale e dei trasporti copriranno da sole il 95% delle emissioni tollerabili per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima. Di conseguenza, se il mondo vuole contenere il riscaldamento globale, deve non soltanto investire di più sulle rinnovabili, ma anche puntare sulla cattura del carbonio, l’idrogeno e l’efficienza energetica

Il Parlamento Europeo adotta nuovi limiti alle emissioni di CO2 per camion

Il Parlamento Europeo adotta nuovi limiti alle emissioni di CO2 per camion

I deputati del Parlamento Europeo hanno approvato degli obiettivi di riduzione delle emissioni prodotte da camion per contribuire al taglio di CO2 entro il 2030. In particolare è stato adottato un nuovo obiettivo per ridurre le emissioni di gas serra dell’UE entro il 2030. L’obiettivo intermedio è fissato al -20% entro il 2025 e -35% entro il 2030.