Categoria: Aria

Descrizione categoria aria

Le emissioni della maggior parte degli inquinanti atmosferici nocivi sono diminuite nel 2018, segnando i progressi dell’UE nell’ambito della Convenzione delle Nazioni Unite

Le emissioni della maggior parte degli inquinanti atmosferici nocivi sono diminuite nel 2018, segnando i progressi dell’UE nell’ambito della Convenzione delle Nazioni Unite

Il rapporto European emission inventory 1990- 2018  dell’Agenzia europea per l’ambiente conferma la tendenza generale di progressi costanti ma lenti da parte degli Stati membri dell’UE (compreso il Regno Unito per il periodo in cui è stato membro dell’UE) dal 1990 nel ridurre le emissioni dei principali inquinanti atmosferici presenti in Europa.  26 sono gli inquinanti monitorati nel rapporto inviato dall’UE alla Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE).

Per una PAC a emissioni zero, Kyoto Club presenta il progetto CNC

Per una PAC a emissioni zero, Kyoto Club presenta il progetto CNC

KyotoClub,conilcontributodellaDirezioneGenerale“AgricolturaeSviluppoRuraledellaCommissioneeuropea,lanciaCNC–PerunaPACaemissionizero.Ilprogettoannualehal’obiettivodicontribuireadaccrescereillivellodiinformazionesuivantaggioffertidallaPoliticaAgricolaComune(PAC)perunaresilienzaclimaticaeperlaprotezionedelsuolo.ConCNCsisensibilizzerannoigiovaniagricoltorieglistudentidegliIstitutiAgraridituttaItalia.

I borghi del respiro: rifugi ideali per trovare aria pura e silenzio

I borghi del respiro: rifugi ideali per trovare aria pura e silenzio

La qualità dell’aria come nuovo motore per il turismo sostenibile: 15 borghi tra Abruzzo, Lazio, Umbria che 1° agosto hanno siglato un’alleanza per promuovere le loro terre all’insegna della salubrità ambientale e sviluppo di turismo sostenibile attraverso il “Patto per il Respiro”, iniziativa, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, prevede la limitazione del fumo di tabacco nei luoghi frequentati (giardini, locali all’aperto, scuole, aree sanitarie), la promozione della mobilità sostenibile (anche con isole pedonali almeno nel periodo estivo) e la fruizione agevolata di luoghi di valore naturalistico.

Pubblicato il rapporto dell’agenzia europea per l’ambiente sugli impegni di riduzione delle emissioni inquinanti in aria

Pubblicato il rapporto dell’agenzia europea per l’ambiente sugli impegni di riduzione delle emissioni inquinanti in aria

Secondo il Rapporto annuale dell’Agenzia Europea per l’Ambiente ” Direttiva nazionale sugli impegni di riduzione delle emissioni che riporta lo stato 2020 – National Emission reduction Commitments Directive reporting status 2020-  le notizie per il 2018 sono più positive rispetto agli anni precedenti. L’UE nel suo insieme (28 Stati membri, compreso l’allora membro del Regno Unito) ha raggiunto i limiti di emissione per il 2010 dei quattro principali inquinanti atmosferici; ossidi di azoto, composti organici volatili non metano, anidride solforosa  e ammoniaca.

ENEA: progetto europeo VIDIS per il miglioramento e la condivisione delle tecniche di monitoraggio della qualità dell’aria

ENEA: progetto europeo VIDIS per il miglioramento e la condivisione delle tecniche di monitoraggio della qualità dell’aria

Al via il progetto europeo VIDIS per il miglioramento e la condivisione delle tecniche di monitoraggio della qualità dell’aria che vede ENEA tra i partecipanti insieme alla Queensland University of Technology (QUT – Australia), il Norwegian Institute for Air Research (NILU – Norvegia) e il Vinča Institute (Serbia) nel ruolo di coordinatore. Uno dei maggiori punti di forza del progetto riguarda lo sviluppo di un sistema coordinato di qualità che assicuri l’affidabilità del dato rilevato lungo tutta la catena di elaborazione, dalla misura a terra fino alla predizione con l’Intelligenza Artificiale di eventi significativi.

Una maggiore economia circolare nel settore dell’edilizia può portare a importanti tagli alle emissioni di gas serra

Una maggiore economia circolare nel settore dell’edilizia può portare a importanti tagli alle emissioni di gas serra

Il rapporto dell’agenzia europea dell’ambiente(AEA) Ridurre le emissioni di gas a effetto serra attraverso azioni di economia circolare nel settore dell’edilizia, afferma che azioni come la riduzione dell’uso di calcestruzzo, cemento e acciaio nel settore dell’edilizia possono ridurre le emissioni di gas a effetto serra legate ai materiali del 61% durante la vita di un edificio.

Presentazione del rapporto “MobilitAria 2020”

Presentazione del rapporto “MobilitAria 2020”

Giovedì 28 maggio, Kyoto Club e CNR-IIA hanno presentato in diretta streaming il Rapporto “MobilitAria 2020”. il terzo rapporto realizzato dal gruppo di lavoro “Mobilità sostenibile” di Kyoto Club e dagli esperti di CNR-IIA (Consiglio Nazionale delle Ricerche,...

Emilia Romagna: Piano aria regionale, pubblicato il monitoraggio intermedio del PAIR 2020

Emilia Romagna: Piano aria regionale, pubblicato il monitoraggio intermedio del PAIR 2020

E’ disponibile online la relazione sul monitoraggio intermedio dell’ultimo Piano aria regionale. Il PAIR 2020, approvato nell’aprile del 2017, prevede per il raggiungimento dei valori limite di qualità dell’aria, l’attuazione di oltre 90 misure nei settori più impattanti sulla qualità dell’aria (trasporti, energia, combustione di biomasse, agricoltura ed attività produttive), fornendo indicazioni agli specifici strumenti di pianificazione e programmazione, per orientarli all’obiettivo comune di riduzione delle emissioni in atmosfera e quindi della tutela della salute.

Un’agenda per rendere l’Italia un “paese per le rinnovabili”

Un’agenda per rendere l’Italia un “paese per le rinnovabili”

l rapporto dell’ agenzia Europea per L’ambiente ‘Trends and drivers of EU greenhouse gas emissions’  analizza lo sviluppo di questi dati dal 1990 al 2018. I dati ufficiali presentati alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) confermano che gli Stati membri dell’UE, insieme al Regno Unito (Regno Unito), hanno ridotto le loro emissioni di gas serra del 2,1% nel 2018 rispetto al 2017.

Progetto LIFE Prepair: pubblicati tre nuovi strumenti per un utilizzo sostenibile della risorsa biomassa, fra cui una raccolta di “best pratices” in ambito padano

Progetto LIFE Prepair: pubblicati tre nuovi strumenti per un utilizzo sostenibile della risorsa biomassa, fra cui una raccolta di “best pratices” in ambito padano

All’interno del pillar “Biomasse” del progetto LIFE Prepair – che mira ad implementare le misure previste dai piani regionali e dall’Accordo per la qualità dell’aria del Bacino padano, ed a rafforzarne la sostenibilità e la durabilità dei risultati – è attivo un gruppo di studio che ha lo scopo di analizzare la logistica e i flussi di biomassa legnosa nel bacino stesso, al fine di promuoverne una gestione virtuosa alla luce delle politiche di qualità dell’aria. L’azione del gruppo di studio ha recentemente prodotto tre significativi documenti.