Categoria: Energia

Le procedure di infrazione europea a carico dell’Italia in materia di ambiente – Aria, emissioni, natura, rumore, VIA, responsabilità ambientale

Le procedure di infrazione europea a carico dell’Italia in materia di ambiente – Aria, emissioni, natura, rumore, VIA, responsabilità ambientale

Snpambiente fa il punto sulle procedure di infrazione comunitaria a carico del nostro paese attraverso una serie di articoli organizzati per focus tematici.  in questo articolo sintesi di Aria, emissioni, natura, rumore, VIA, responsabilità ambientale.
Come nei precedenti articoli viene proposto il punto sulle procedure entrando nel merito delle singole infrazioni e cercando di approfondirne le motivazioni e l’andamento.

Cambiamenti climatici, gli scenari per l’Italia del   Centro Euro-mediterraneo sui Cambiamenti Climatici

Cambiamenti climatici, gli scenari per l’Italia del   Centro Euro-mediterraneo sui Cambiamenti Climatici

La Fondazione CMCC pubblica gli scenari climatici per l’Italia, un lavoro in divenire, frutto di una ricerca continua che lavora per migliorare la definizione e il dettaglio dei dati da rendere disponibili. Una fotografia del clima atteso per l’Italia nei prossimi decenni che viene presentata attraverso una serie di mappe messe a disposizione sul sito della Fondazione CMCC – Centro Euro-mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e che ritraggono il clima atteso fino alla fine del secolo. Molto dipenderà dalle scelte che si faranno in termini di percorsi di riduzione delle emissioni di gas climalteranti, molto dipenderà da quanto la comunità internazionale saprà decidere al fine di contenere l’innalzamento della temperatura media del pianeta e le conseguenze che questo innalzamento comporta su diverse scale geografiche.

BIOCARBURANTI, PUBBLICATO IL DECRETO MINISTERIALE 30 DICEMBRE 202

BIOCARBURANTI, PUBBLICATO IL DECRETO MINISTERIALE 30 DICEMBRE 202

Il GSE con una nota informa che informa che il Ministro dello Sviluppo Economico ha emanato il D.M. 30 dicembre 2020 che modifica il D.M. 10 Ottobre 2014. Nello specifico sono state aggiornate le condizioni, i criteri e le modalità di attuazione dell’obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli avanzati, emanato ai sensi del Decreto Legge 24 giugno 2014.

DatiCopernicus: il 2020 come il 2016, record di caldo

DatiCopernicus: il 2020 come il 2016, record di caldo

Il Copernicus Climate Change Service (C3S) ha annunciato che in base ai dati su scala globale il 2020 è stato come il 2016 uno degli anni più caldi rilevati, il sesto di una serie di anni eccezionalmente caldi a partire dal 2015, e il 2011-2020 il decennio più caldo registrato. In Europa l’anno più caldo mai registrato, 0,4 °C più del 2019, che in precedenza era a sua volta l’anno più caldo. Insieme al Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS), C3S riferisce anche che le concentrazioni di CO2 nell’atmosfera hanno continuato ad aumentare a un ritmo di circa 2,3 ppm / anno nel 2020 raggiungendo un massimo di 413 ppm durante maggio 2020.

Primo Rapporto ISPRA sulle criticità ambientali. Le attività dell’Istituto in applicazione del principio di precauzione e la prevenzione degli effetti ambientali – video presentazione e rapporto

Primo Rapporto ISPRA sulle criticità ambientali. Le attività dell’Istituto in applicazione del principio di precauzione e la prevenzione degli effetti ambientali – video presentazione e rapporto

Lo scorso 15 dicembre ISPRA ha presentato il primo rapporto sulle attività svolte dall’Istituto nel biennio 2018-2019 nell’ambito delle richieste di supporto pervenute dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in materia di prevenzione del rischio ambientale. Oltre a trattare due casi specifici (Incendio dell’area industriale di Porto Torres (SS) e la Discarica di Mazzarrà Sant’Andrea (ME) nell’ambito di una tavola rotonda si è discusso soprattutto del Principio di Precauzione introdotto dal D. Lgs n. 152/2006.

Presentazione del libro bianco sulla comunicazione ambientale – video dell’evento

Presentazione del libro bianco sulla comunicazione ambientale – video dell’evento

Martedì 15 dicembre si è svolta la presentazione del volume “Libro bianco sulla comunicazione ambientale” promossa da Arpa Umbria a cura di Sergio Vazzoler e Stefano Martello. Il libro analizza la comunicazione ambientale, per la prima volta, con un approccio metodologico multidisciplinare nella sua complessità, dai processi di formazione e riconoscimento professionale alle dotazioni strumentali all’interno dei singoli ambiti applicativi. Disponibile il video della presentazione del testo.

Il suolo, strumenti di conoscenza e tutela della risorsa – video dell’evento

Il suolo, strumenti di conoscenza e tutela della risorsa – video dell’evento

È disponibile online il video del convegno “Il suolo, strumenti di conoscenza e tutela della risorsa” organizzato da arpa Umbria lo scorso 3 dicembre 2020.  Il webinar ha avuto lo scopo di fornire un quadro sullo stato di questa risorsa e sulle principali minacce da cui è interessata, dal consumo ai cambiamenti climatici, nonché sugli strumenti e le iniziative di conoscenza e di gestione.

InnovAzioni per la sostenibilità locale – periodico online sulle buone pratiche di sostenibilità ambientale

InnovAzioni per la sostenibilità locale – periodico online sulle buone pratiche di sostenibilità ambientale

l nuovo periodico online “InnovAzioni per la sostenibilità ambientale” ha lo scopo di divulgare le buone pratiche raccolte nella Banca Dati GELSO, dando visibilità e facilitando la trasferibilità di quei processi volti ad una progressiva e duratura trasformazione di politiche locali e stili di vita. In particolare il quinto numero di InnovAzioni pubblicato nei giorno scorsi è dedicato alle buone pratiche per la riqualificazione energetica degli edifici. Sono presenti esempi di riqualificazione energetica degli edifici di edilizia residenziale pubblica, strumenti di monitoraggio, di finanziamento delle misure per l’efficienza energetica, interventi di “building deep renovation” e sportelli informativi rivolti a cittadini e imprese.

Al via progetto Ue con ENEA per contrastare la povertà energetica

Al via progetto Ue con ENEA per contrastare la povertà energetica

ENEA è tra i partner del progetto europeo ENPOR per contrastare la povertà energetica nel settore degli alloggi residenziali in affitto in sette Stati membri Ue (Italia, Austria, Croazia, Estonia, Germania, Grecia e Paesi Bassi). ENPOR si propone di quantificare le famiglie in difficoltà e di identificare le barriere strutturali e informative che impediscono il ricorso a misure di efficienza energetica da parte dei nuclei familiari.

Tra gli obiettivi del progetto ENPOR anche lo sviluppo di una mappa digitale della povertà energetica e di una piattaforma per lo scambio di conoscenze sia a livello nazionale che tra i vari Paesi partecipanti.