Categoria: Mobilità

Descrizione categoria Mobilità

La sharing mobility riparte. Al via i lavori della 4° Conferenza Nazionale, la 100 giorni sulla mobilità condivisa  – disponibili materiali su piattaforma web

La sharing mobility riparte. Al via i lavori della 4° Conferenza Nazionale, la 100 giorni sulla mobilità condivisa – disponibili materiali su piattaforma web

La sharing mobility, attraverso il Network dell’Osservatorio Nazionale, sarà protagonista dei 100 giorni della manifestazione dal titolo LessCA, il cui filo conduttore dal punto di vista narrativo sarà quello di trattare temi, elaborare analisi, selezionare soluzioni, promuovere proposte di policy che gettino un ponte tra la condizione di emergenza di oggi e la nuova normalità di domani. La manifestazione si svolgerà quest’anno in modalità prevalentemente digitale attraverso il sito www.lesscars.it, una piattaforma innovativa che permetterà agli utenti la fruizione on-demand dei contenuti, delle interviste, delle tavole rotonde e di tutti gli approfondimenti prodotti dall’Osservatorio nazionale della sharing mobility.

Trasporti: la conversione green del settore creerebbe fino a 15mil di posti di lavoro

Trasporti: la conversione green del settore creerebbe fino a 15mil di posti di lavoro

Il Rapporto “Jobs in green and healthy transport: Making the green shift”  pubblicato il 19 maggio 2020 da UNECE (Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite) e ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro). Dallo Studio emerge che in tutto il mondo potrebbero essere creati 10 milioni di posti di lavoro aggiuntivi – 2,9 milioni nella regione UNECE – se il 50% di tutti i veicoli prodotti fosse elettrico. Inoltre, quasi 5 milioni di nuovi posti di lavoro potrebbero essere creati in tutto il mondo – 2,5 milioni nella regione UNECE – se Paesi UNECE raddoppiassero gli investimenti nel trasporto pubblico.

Bari Open Space: presentato il programma di interventi sulla mobilità sostenibile e sullo spazio pubblico

Bari Open Space: presentato il programma di interventi sulla mobilità sostenibile e sullo spazio pubblico

Il programma Bari Open Space promuove azioni pilota di salvaguardia della salute e rivitalizzazione economica per mitigare il rischio nel medio periodo, ad esempio potenziando la mobilità sostenibile, aumentando la disponibilità di spazio pubblico, migliorando l’ecologia urbana e le dotazioni di prossimità nei quartieri cittadini. Online la presentazione del progetto

Covid-19: Da Bikeitalia: Piano Emergenziale della Mobilità Urbana post-Covid: il manuale d’uso

Covid-19: Da Bikeitalia: Piano Emergenziale della Mobilità Urbana post-Covid: il manuale d’uso

Fin dal primo momento di lock down per contenere gli effetti del Coronavirus ci siamo interrogati sugli effetti che questo avrebbe avuto sulla mobilità urbana le norme di distanziamento sociale di fatto limiteranno il trasporto pubblico locale fino a fine pandemia.

Bikeitalia ha lanciato la proposta di realizzare una Rete di Mobilità d’Emergenza in ogni città per controbilanciare il fenomeno. In particolare, con un gruppo di lavoro, ha realizzato un Piano Emergenziale per la Mobilità Urbana Post-Covid che contiene le istruzioni strategiche e tecniche per evitare il collasso totale della mobilità urbana alla riapertura delle attività.

Covid-19: La mobilità dopo l’emergenza: sette proposte per cambiare le città

Covid-19: La mobilità dopo l’emergenza: sette proposte per cambiare le città

La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha sottoscritto un documento congiunto con tante altre realtà ambientaliste e bike friendly per chiedere una svolta nelle politiche sulla mobilità. Le nuove misure per il trasporto pubblico locale, che richiederanno accessi contingentati per rispettare il distanziamento sociale, richiedono l’urgenza di un sostegno alla mobilità ciclistica, con incentivi, nuove infrastrutture, campagne informative adeguate. Il documento suggerisce le seguenti misure condivise.

La giusta transizione per la mobilità sostenibile

La giusta transizione per la mobilità sostenibile

Gli scorsi 30 e 31 gennaio si è svolo a Torino un incontro dal titolo “Mobilità sostenibile al lavoro” organizzato da Sbilanciamoci. Un confronto tra ambientalisti e metalmeccanici sul tema della mobilità partendo dalla crisi dell’auto, dai piani per la decarbonizzazione, dai processi industriali in corso, dalla crisi occupazionale dovuta anche all’automazione, dalle strategie delle città per ridurre il peso dell’auto a favore di mobilità attiva, trasporto pubblico, veicolo condivisa e mobilità elettrica. Sbilanciamoci mette a disposizione online atti e video dell’incontro.

Mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro, 164 milioni per 81 comuni

Mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro, 164 milioni per 81 comuni

In un comunicato stampa il ministero dell’ambiente ha annunciato interventi in 81 comuni per 164 milioni, destinati a implementare la mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro nelle città o raggruppamenti di Comuni al di sopra dei 100 mila abitanti. Obiettivo del provvedimento, innescare pratiche virtuose di mobilità sostenibile per gli spostamenti ritenuti tra i principali responsabili del congestionamento del traffico urbano e del degrado della qualità dell’aria, quali appunto la mobilità casa-scuola e casa lavoro.

Dal progetto Life Prepair un sistema di modellizzazione integrata del traffico nella pianura Padana (e delle relative emissioni)

Dal progetto Life Prepair un sistema di modellizzazione integrata del traffico nella pianura Padana (e delle relative emissioni)

A Gennaio 2020 ARPA Piemonte ha affidato un incarico esterno per  la realizzazione di un Sistema di Modellizzazione Integrata del Traffico sull’Intero Bacino del Po. Il nuovo sistema di modellizzazione del traffico comprenderà i territori delle Regioni Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, garantendo per la prima volta uniformità e coerenza dei dati su tutti questi territori.