Categoria: Rifiuti

Descrizione categoria Rifiuti

Rimodulato il contributo ambientale CONAI per gli imballaggi in acciaio, plastica e vetro

Rimodulato il contributo ambientale CONAI per gli imballaggi in acciaio, plastica e vetro

Con un comunicato stampa  CONAI avvisa che  il Consiglio di amministrazione CONAI ha deliberato per gli imballaggi in acciaio, in plastica e in vetro un aumento del contributo ambientale, utilizzato per finanziare le attività di raccolta e valorizzazione dei rifiuti di imballaggio, prioritariamente provenienti da raccolta urbana.
L’aumento avrà effetto a partire dal 1° gennaio 2021.

ISPRA: Spiaggia pulita? Solo se contiene meno di 20 rifiuti ogni 100 metri

ISPRA: Spiaggia pulita? Solo se contiene meno di 20 rifiuti ogni 100 metri

Meno di 20 rifiuti marini ogni 100 metri lineari di costa per considerare una spiaggia in buono stato ambientale. E’ il valore soglia o il target di riferimento stabilito a livello europeo, e recentemente pubblicato dalla Commissione EU, per definire una spiaggia pulita. Il valore di 20 rifiuti per 100 m di lunghezza della spiaggia corrisponde al 15° percentile dell’insieme dei dati dell’UE ed è un valore sufficientemente precauzionale, nonché un traguardo difficile, ma non impossibile da raggiungere con l’adozione di misure sostanziali e prolungate.

Emilia-Romagna, come ridurre i rifiuti di plastica

Emilia-Romagna, come ridurre i rifiuti di plastica

L’ Anci Emilia-Romagna (Associazione nazionale dei Comuni italiani) ha realizzato un vademecum per supportare i Comuni nella definizione e implementazione di strategie locali di riduzione dei rifiuti derivanti dall’utilizzo di prodotti in plastica monouso.

Utilitalia segnala: Economia circolare e rifiuti, intervista al vicepresidente di Utilitalia Filippo Brandolini

Utilitalia segnala: Economia circolare e rifiuti, intervista al vicepresidente di Utilitalia Filippo Brandolini

Il vicepresidente di Utilitalia Filippo Brandolini, in  un’intervista condotta da da Stefano Pozzoli per Public Utilities  parla delle prospettive della economia circolare, del decreto sull’economia circolare e sulle modifiche introdotte in materia di classificazione dei rifiuti e dell’impatto che queste novità potranno avere sulla TARI. Il video online.

End of Waste: firmato il decreto per la carta

End of Waste: firmato il decreto per la carta

Con un comunicato stampa il ministero dell’ambiente avvisa che il ministro Costa ha firmato il decreto End of Waste sulla carta, che dovrà adesso essere pubblicato in Gazzetta. Il regolamento stabilisce modalità e criteri in applicazione dei quali i materiali derivanti dal trattamento di carta e cartone cessano di essere rifiuti e possono essere utilizzati per altri scopi.

End of Waste carta e cartone, Costa firma regolamento: “Forte contributo a settore del riciclo”

End of Waste carta e cartone, Costa firma regolamento: “Forte contributo a settore del riciclo”

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato il regolamento recante la disciplina per l’end of waste (cessazione della qualifica di rifiuto) di carta e cartone, elaborato a seguito di numerosi incontri tecnici e consultazioni con ISPRA, organo tecnico del Ministero dell’Ambiente, e gli operatori del settore, nonché l’ISS per la valutazione degli impatti sull’ambiente e salute umana.

Pacchetto economia circolare: pubblicati un Gazzetta Ufficiale i Decreti legislativi

Pacchetto economia circolare: pubblicati un Gazzetta Ufficiale i Decreti legislativi

Nei giorni scorsi sono stati approvati e pubblicati in gazzetta ufficiale i quattro decreti legislativi di recepimento delle direttive europee in materia di economia circolare:   la direttiva quadro sui rifiuti (2008/98/CE) e le direttive “speciali” in materia di rifiuti di imballaggio (1994/62/CE), discariche (1999/31/CE), rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, cosiddetti RAEE (2012/19/UE), veicoli fuori uso (2000/53/CE) e rifiuti di pile e accumulatori (2006/66/CE).