Categoria: Rifiuti

ISPRA pubblica il Rapporto rifiuti urbani edizione 2020 – presentazione online il 29 dicembre

ISPRA pubblica il Rapporto rifiuti urbani edizione 2020 – presentazione online il 29 dicembre

Pubblicato il Rapporto rifiuti urbani 2020 che fornisce i dati, aggiornati all’anno 2019, sulla produzione, raccolta differenziata, gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti di imballaggio, compreso l’import/export, a livello nazionale, regionale e provinciale. Riporta, inoltre, le informazioni sul monitoraggio dell’ISPRA sui costi dei servizi di igiene urbana e sull’applicazione del sistema tariffario.
Il 29 dicembre alle ore 10 in diretta streaming sul sito Ricicla Tv è possibile seguire la presentazione del rapporto.

LIFE RethinkWASTE. Un catalogo di buone pratiche sulla tariffazione puntuale dei rifiuti

LIFE RethinkWASTE. Un catalogo di buone pratiche sulla tariffazione puntuale dei rifiuti

LIFE REthink WASTE è un progetto dedicato allo sviluppo nella gestione dei rifiuti urbani di modelli di conoscenza e tariffazione legati al principio “chi inquina paga”; Arpav è tra i partner che partecipano all’attività progettuale. Dal progetto arriva una pubblicazione con 12 innovative buone pratiche di applicazione di modelli di tariffazione puntuale (Pay As You Throw, PAYT) e di informazione puntuale (Know As You Throw, KAYT) per migliorare le performance del sistema locale di raccolta differenziata attraverso l’aumento della consapevolezza dei cittadini.

Presentazione Dossier Ecomafia 2020 – Video e Dossier

Presentazione Dossier Ecomafia 2020 – Video e Dossier

Lo scorso 11 dicembre Legambiente ha presentato il report annuale Ecomafie dedicato alle illegalità ambientali. Il rapporto presenta, anche quest’anno, l’analisi dei dati frutto dell’attività svolta da forze dell’ordine, Capitanerie di porto, magistratura, insieme al lavoro del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, del ministero della Giustizia e di Cresme consulting. Disponibile online il rapporto ed il video della presentazione.

WAS Annual report 2020 Althesys – video della presentazione

WAS Annual report 2020 Althesys – video della presentazione

È stato presentato il WAS Annual Report 2020 “L’industria italiana del waste management e del riciclo. Strategie industriali e convergenze settoriali”, che sviluppa i temi più attuali che incidono sullo sviluppo del settore con analisi e dati inediti. Dal rapporto emerge che l’industria italiana del waste management e del riciclo sta cambiando, con nuovi attori che si affacciano nel settore, il ripensamento dei modelli di business, il consolidamento della struttura industriale e un sistema di governance ancora in progressiva evoluzione. Disponibile online il video dell’evento.

Rifiuti: una nuova sezione informativa nell’Atlante per il consumatore

Rifiuti: una nuova sezione informativa nell’Atlante per il consumatore

ARERA ha annunciato l’aggiunta di una nuova sezione di “domande e risposte” anche per il settore dei rifiuti domestici, all’interno dell’Atlante per il consumatore, il sito internet di ARERA dedicato a fornire informazioni ai consumatori. Le tematiche approfondite riguardano il servizio di gestione dei rifiuti domestici (Cos’è e come è organizzato, Come si svolge, Il ruolo dell’Autorità), il pagamento (Cosa si paga, Quanto si paga, Come si paga), diritti e tutele (Agevolazioni per disagio economico, Informazioni e segnalazioni, Reclami e controversie). I contenuti della nuova sezione Rifiuti saranno aggiornati e ampliati nel tempo anche in base alla normativa e ai provvedimenti approvati da ARERA.

AUGURI DI BUON NATALE

AUGURI DI BUON NATALE

Lo staff di labelab augura a tutti i propri lettori

Buon Natale e Felice Anno Nuovo

incentrati sul rispetto delle regole e della vita

La newsletter di rifiutilab riprenderà il prossimo 13 gennaio 2021.

 

RIFIUTI URBANI: I FABBISOGNI IMPIANTISTICI ATTUALI E AL 2035

RIFIUTI URBANI: I FABBISOGNI IMPIANTISTICI ATTUALI E AL 2035

Lo studio pubblicato da Utilitalia nei giorni scorsi, basandosi su dati ufficiali e su conoscenze tecniche, si pone l’obiettivo di definire il fabbisogno impiantistico italiano per il trattamento dell’organico raccolto in modo differenziato nonché per il recupero energetico dei rifiuti urbani residui e dei rifiuti speciali da urbani, allo stato attuale ed al 2035. Il 2035 è il limite temporale fissato dalle direttive eu¬ropee sull’economia circolare per il conseguimento degli obiettivi in termini di rici¬claggio effettivo al 65% e di riduzione del ricorso allo smaltimento in discarica entro il 10%.

Pubblicato Rapporto FISE Assoambiente 2020 sulla strategia nazionale dei Rifiuti – disponibili il rapporto e video dell’evento di presentazione

Pubblicato Rapporto FISE Assoambiente 2020 sulla strategia nazionale dei Rifiuti – disponibili il rapporto e video dell’evento di presentazione

Disponibile sul sito dell’Associazione il Rapporto FISE Assoambiente 2020 “Per una Strategia Nazionale dei rifiuti – Seconda parte: la strategia mette le gambe”. Il Rapporto, realizzato per l’Associazione dal Laboratorio REF Ricerche, parte da un presupposto, nei prossimi 15 anni il nostro Paese è chiamato a raggiungere gli sfidanti obiettivi europei che l’avvento dell’Economia Circolare pone, con la riduzione al 10% dello smaltimento in discarica dei rifiuti urbani e il raggiungimento di un target di riciclo del 65% . I dati evidenziano come il nostro Paese, per meglio dire alcune sue aree siano ancora molto distanti dal raggiungimento di questi target, soprattutto a causa della carenza di impianti di gestione.

Nasce UNIPEC: le piattaforme e gli impianti per l’Economia Circolare entrano in UNICIRCULAR

Nasce UNIPEC: le piattaforme e gli impianti per l’Economia Circolare entrano in UNICIRCULAR

Con un cominciato stampa FISE UNICIRCULAR (Unione Imprese dell’Economia Circolare) annunciano la nascita di una nuova sezione denominata UNIPEC, l’Unione Piattaforme ed Impianti per l’Economia Circolare.

La nuova aggregazione nasce per dare voce alle aziende che effettuano attività di gestione di piattaforme e impianti a servizio dell’economia circolare, ossia quelli che effettuano una prima selezione e trattamento dei flussi di rifiuti che provengono dalle raccolte urbane o industriali, per la valorizzazione degli stessi tramite l’avvio al recupero delle frazioni recuperabili e l’avvio a smaltimento di quelle non recuperabili.