Categoria: Senza categoria

Pubblicate in G.U. le linee guida per la valutazione di incidenza della Direttiva Habitat (VIncA)

Pubblicate in G.U. le linee guida per la valutazione di incidenza della Direttiva Habitat (VIncA)

Il  Ministero dell’Ambiente e della tutela de mare con un comunicato stampa comunica che a seguito dell’intesa siglata il 28 novembre 2019 (Rep. atti n. 195/CSR 28.11.2019), ai sensi ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sono state adottate le “Linee Guida Nazionali per la Valutazione di Incidenza (VIncA) – Direttiva 92/43/CEE “HABITAT” articolo 6, paragrafi 3 e 4”, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 303 del 28.12.2019  (19A07968) (GU Serie Generale n.303 del 28-12-2019).

Pubblicato il prospetto informatico per la determinazione del contributo 2020 per la gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) derivanti dal mercato del ricambio

Pubblicato il prospetto informatico per la determinazione del contributo 2020 per la gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) derivanti dal mercato del ricambio

Il Ministero dell’ambiente comunica è stato pubblicato il prospetto informatico per la determinazione del contributo 2020 per la gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) derivanti dal mercato del ricambio. Al fine di dare attuazione alla disposizione introdotta dalla art. 1, comma 751, lettera b) della Legge 30 dicembre 2018, n. 145, che ha modificato l’art. 228, comma 3-bis del D.lgs 152/06, il contributo 2020 dovrà essere determinato tenendo conto dell’avanzo di gestione conseguito nel 2018.

Rifiuti organici, Utilitalia: “Il nostro Paese all’avanguardia ma servono misure concrete a sostegno della filiera”

Rifiuti organici, Utilitalia: “Il nostro Paese all’avanguardia ma servono misure concrete a sostegno della filiera”

Nella gestione del rifiuto organico l’Italia raggiunge performance di primissimo piano a livello europeo, ma è necessario strutturare in tutto il Paese filiere che garantiscano la corretta chiusura del ciclo, nonché sciogliere alcuni nodi, dalla carenza impiantistica agli aspetti autorizzativi, che frenano il pieno sviluppo del settore. E’ quanto emerso dal Convegno “La filiera della gestione dei rifiuti organici: confronto tra esperienze internazionali”, tenutosi a Rimini lo scorso 6 novembre e organizzato da Utilitalia (la Federazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche) e dal Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo nel corso della Fiera riminese.