CoReVe accoglie le richieste di Anci: due anni di tempo ai comuni per abbattere i quantitativi di ceramica nella raccolta del vetro

CoReVe annuncia la temporanea modifica delle le specifiche tecniche previste dall’Accordo Quadro, relativamente alla quota di inerti presenti nella raccolta differenziata del vetro, rendendole meno severe. Il provvedimento sarà valido per il solo biennio 2016/2017 e recepisce osservazioni fatte da Consorziati dando al contempo ai convenzionati il tempo di adottare misure volte al miglioramento della qualità del vetro raccolto. CoReVe ha sviluppato insieme ad Hera e ad Amia SpA studi specifici che hanno evidenziato come il principale flusso di ceramica presente nei rifiuti d’imballaggio in vetro derivi dal canale dei bar e ristoranti con un’incidenza, sulla raccolta differenziata, di circa tre volte quella delle famiglie. Intervenendo su questo fronte si potranno ottenere significativi miglioramenti. Le misure per il miglioramento della qualità del vetro raccolto punteranno a sensibilizzare gli operatori del settore ristorazione sull’importanza di differenziare il vetro con cura.

Le nuove specifiche tecniche sono disponibili nel sito web di CoReVe al seguente link

Potrebbero interessarti anche...