Il biometano in Emilia-Romagna, online i risultati del progetto Biomether

Sul portale Econerre di Unioncamere Emilia-Romagna è stato pubblicato un approfondimento sui risultati del progetto Biomether sul biometano, coordinato da Art-ER e cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Biomether è nato con l’obiettivo di sostenere l’avvio della filiera del biometano in Emilia-Romagna. I partner privati che hanno lavorato insieme per sei anni sono Herambiente, IREN, IREN Smart Solutions, IRETI e SOL che durante il Roadshow Biomether – a cura di CRPA Lab e LEAP, laboratori della Rete Alta Tecnologia  – oltre a far visitare gli impianti dimostrativi hanno esposto a Bologna i risultati e gli obiettivi raggiunti.

In Emilia-Romagna ci sono 252 impianti di biogas e 6 di biometano; di questi ultimi sei impianti, i due del progetto Biomether sono gli unici alimentati da fanghi di depurazione e da biogas da discarica. L’esperienza di produzione di biometano dai fanghi di depurazione si è sperimentata nell’impianto di IRETI, società del gruppo IREN, a Roncocesi (Reggio Emilia). A Ravenna invece Herambiente mette a disposizione per l’impianto dimostrativo il biogas prodotto dalla digestione anaerobica del materiale delle discariche del territorio.

Fonte: Regione Emilia-Romagna (qui)

Approfondimenti qui 

Potrebbero interessarti anche...