La mappa dei rischi dei Comuni italiani come strumento informativo e di prevenzione

Lo scorso 18 febbraio è stata presentata da Vito Crimi Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri la Mappa dei rischi dei comuni italiani, uno strumento utile per assistere i policy maker nella identificazione delle priorità di intervento e per fornire ai cittadini informazioni chiare sul tema del rischio e della sicurezza.

La mappa nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento Casa Italia e altre amministrazioni ed enti di ricerca, principalmente Istat, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), e Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Tramite l’integrazione e la sovrapposizione delle mappe di rischio esistenti, fornisce un quadro completo e facilmente accessibile dei dati sui rischi naturali. Per ogni Comune italiano, Provincia e Regione è possibile visualizzare diversi indici sulla pericolosità (sismica, idrogeologica, da frane, vulcanica) e anche quelli relativi a esposizione e vulnerabilità (demografia, struttura e stato degli edifici e delle abitazioni).
La piattaforma è caratterizzata da alcuni prodotti/servizi informativi quali: aea informativa (per download/visualizzazioni); funzioni interattive guidate per ricerca/interrogazione/estrazione dati; cartografia tematica; area documentazione (per download/visualizzazioni), comprensiva di metadati descrittivi.

La mappa è disponibile qui

Fonte: Presidenza del Consiglio dei ministri

Potrebbero interessarti anche...