La scuola del futuro: bolletta della luce azzerata e spese di riscaldamento al minimo

Sono stati presentati a Roma, nel corso di un workshop (24 e 25 marzo 2015), i risultati del progetto europeo School of the Future per la riqualificazione energetica di edifici scolastici. Per l’Italia il caso studio è stata la scuola Plauto di Cesena edificio di 6 mila m^2 degli anni ’60 caratterizzato da forti dispersioni termiche e forti consumi energetici. ENEA, in collaborazione con il Comune di Cesena e con l’azienda municipale che si occupa dei servizi energetici, Energie per la Città, si è occupata di valutare le misure di risparmio energetico, scegliendo le tecnologie per il raggiungimento degli obiettivi e monitorando l’ambiente della scuola (temperatura, umidità e velocità dell’aria; temperatura media radiante; concentrazione di CO2). I risultati ottenuti sono: azzeramento della bolletta della luce e abbattimento dell’80% dei consumi termici grazie ad interventi di efficientamento energetico. Il progetto costituisce uno dei primi esempi italiani di completa riqualificazione di edifici pubblici. Il progetto europeo School of the Future rientra nel Settimo programma quadro per la ricerca dell’Unione europea. È coordinato dal Fraunhofer Institute e oltre all’ENEA (rappresentante l’Italia), vi partecipano enti di ricerca, istituzioni locali e aziende di Germania, Danimarca e Norvegia. Ulteriori dettagli sono disponibili nel sito web del progetto al seguente link.

Potrebbero interessarti anche...