Ministero della Tranzizione Ecologica: 2021, 12 aprile. D.Lgs. 3 settembre 2020, n. 116. Chiarimenti su alcune problematiche anche connesse all’applicazione della TARI di cui all’art. 1 commi 639 e 668 della legge 27 dicembre 2013, n. 147

L’intervento del Ministero della Transizione Ecologica ha l’obiettivo di chiarire alcune delle questioni legate all’applicazione della Tari, dopo la pubblicazione del decreto legislativo 116 del 2020. Nello specifico vengono affrontati i seguenti punti:
– coordinamento con l’art. 238 del TUA e il comma 649 dell’art. 1 della legge n. 147 del 2013 in merito alla Tari;
– determinazione della tariffa Tari e della tariffa corrispettiva;
– locali ove si producono rifiuti “urbani” con riferimento alle diverse categorie di utenza;
– possibilità di fissazione di una quantità massima di rifiuti urbani conferibili al sistema pubblico, a seguito dell’eliminazione della potestà comunale di assimilazione.
Un chiarimento riguarda anche la tassazione delle superfici in cui avviene la lavorazione industriale, ai magazzini di materie prime, di prodotti finiti e di merci: tali aree sono escluse da escluse dalla tassazione, così come le superfici in cui vengono svolte attività artigianali. Diversamente, per locali quali mense e uffici, si deve corrispondere l’intera quota della tassa.
La circolare è disponibile qui

Fonte: Ministero della Transizione Ecologica

Potrebbero interessarti anche...