Municipal waste statistics – aggiornamento delle statistiche europee a cura di Eurostat

Pubblicato l’aggiornamento delle statistiche sui Municipal wste di Eurostat. La serie storica proposta mostra l’evoluzione della produzione e del trattamento dei rifiuti urbani nell’Unione europea (UE) dal 1995 al 2017. Si nota come vi sia una netta tendenza verso un minore smaltimento in discarica mentre i paesi si orientano costantemente verso modalità alternative di trattamento dei rifiuti.

Per il 2017 la produzione di rifiuti procapite nei paesi europei varia da 272 kg in Romania a 781 kg in Danimarca. Le variazioni riflettono differenze nei modelli di consumo e ricchezza economica, ma dipendono anche da come vengono raccolti e gestiti i rifiuti urbani in particolare la frazione derivante dalle attività produttive e commerciali assimilata agli urbani.

La quantità totale di rifiuti urbani smaltiti in discarica è progressivamente diminuita nel tempo. Nel periodo di riferimento, il totale dei rifiuti urbani collocati in discarica nell’UE-28 è diminuito di 85 milioni di tonnellate, pari al 59%, da 145 milioni di tonnellate (302 kg pro capite) nel 1995 a 58 milioni di tonnellate (114 kg pro-capite) nel 2017. Ciò corrisponde a un calo medio annuo del 4,1%. Per il periodo più breve 2005-2017, lo smaltimento in discarica è diminuito in media del 5,3% all’anno. Grazie alle politiche europee che hanno spinto al recupero ed al riciclo dei materiali la quantità di rifiuti riciclati è aumentata prigressivamente passando da 25 milioni di tonnellate (52 kg pro capite) nel 1995 a 74 milioni di tonnellate (144 kg pro-capite) nel 2017 a un tasso medio annuo del 5,1%. La quota di rifiuti urbani riciclati nel complesso è passata dall’11% al 30%.
Il recupero di materiale organico mediante compostaggio è cresciuto con un tasso medio annuo del 5,2% dal 1995 al 2017. Il riciclaggio e il compostaggio hanno rappresentato insieme il 47% nel 2017

Anche l’incenerimento dei rifiuti è cresciuto costantemente nel periodo di riferimento, sebbene non tanto quanto il riciclaggio e il compostaggio. Dal 1995, la quantità di rifiuti urbani inceneriti nell’UE-28 è aumentata di 36 milioni di tonnellate 111% e ha rappresentato 68 milioni di tonnellate nel 2017. I rifiuti urbani inceneriti sono quindi passati da 67 kg pro capite a 133 kg pro capite.

I dati sono  disponibili qui

Fonte: Eurostat

 

 

Potrebbero interessarti anche...