Novità per il settore idrico dal decreto sblocca Italia (Decreto Legge n. 133/2014)

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12.9.2014 il Decreto Legge n. 133/2014 (Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attivita’ produttive) detto anche “Sblocca Italia”. Le novità per quanto concerne il settore idrico sono contenute al capo III art 7 in particolare:

  • è stato introdotto l’obbligo di adesione ai nuovi enti di governo dell’ambito;
  • alla scadenza della gestione di ambito l’ente competente dovrà disporre l’affidamento ad un gestore unico di ambito entro i sei mesi antecedenti la data di scadenza dell’affidamento previgente;
  • Il soggetto affidatario dovrà gestire il servizio idrico integrato su tutto il territorio degli enti locali ricadenti nell’ambito territoriale ottimale;
  • I soggetti che non hanno ancora un piano d’ambito sono obbligati ad adottarlo entro un anno dall’entrata in vigore del decreto ed a procedere con l’affidamento del servizio al gestore unico con conseguente decadimento delle precedenti gestioni.

Potrebbero interessarti anche...