Nuovi obblighi di etichettatura ambientale degli imballaggi, CONAI lancia una consultazione pubblica

Le recenti novità normative hanno reso obbligatoria l’etichettatura ambientale di tutti gli imballaggi immessi al consumo in Italia lasciando però spazio a dubbi interpretativi, soprattutto per quanto riguarda i contenuti da riportare in etichetta. L’art. 3, comma 3, lettera c) del decreto legislativo n. 116 del 2020 ha apportato modifiche al comma 5 dell’art. 219 del Codice dell’Ambiente, in tema di “Criteri informatori dell’attività di gestione dei rifiuti di imballaggio”. Tale modifica impone che, dal 26 settembre 2020, tutti gli imballaggi siano opportunamente etichettati, secondo le modalità stabilite dalle norme UNI applicabili, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulla destinazione finale degli imballaggi. Diventa, altresì, obbligatoria l’identificazione del materiale di composizione dell’imballaggio sulla base della Decisione 97/129/CE. Tuttavia i nuovi obblighi lasciano spazio a dubbi interpretativi anche in merito alla definizione delle informazioni da riportare sugli imballaggi.

Per supportare le imprese CONAI ha proposto un’ interpretazione condivisa delle nuove disposizioni con lo scopo di riuscire a fornire in tempi rapidi le indicazioni necessarie alle imprese per conformarvisi.

A tal fine CONAI ha redatto delle Linee Guida di cui lancia la consultazione pubblica fino al 30 novembre sul sito www.progettarericiclo.com. Per partecipare basta procedere a una veloce iscrizione alla piattaforma, che offre la possibilità di segnalare direttamente sul testo eventuali commenti in maniera riservata.

L’obiettivo è quello di ottenere un documento condiviso e partecipato da tutti gli attori coinvolti, che sarà presentato durante un webinar dedicato, previsto per il 16 dicembre alle ore 14:30, e che CONAI intende sottoporre alle Istituzioni come documento di filiera.

Il comunicato stampa qui 

Fonte: CONAI

Potrebbero interessarti anche...