Qualità dell’aria: novità sul sito Web di ARPAT

Qualità dell’aria: novità sul sito Web di ARPAT

ARPAT comunica che è on line una nuova versione della sezione del sito Web di ARPAT dedicata alla qualità dell’aria. Tra le novità la più importante è la pubblicazione in real time dei dati orari degli inquinanti gassosi. I dati vengono pubblicati sul Web con una procedura automatica che si attiva ad ogni ora e pubblica quanto reso disponibile dal sistema di analizzatori automatici della rete di monitoraggio regionale, con una validazione esclusivamente strumentale.

Condomìni: nuova app che facilita la riqualificazione energetica e strutturale

Condomìni: nuova app che facilita la riqualificazione energetica e strutturale

ENEA ha presentato Condomini+4.0 una nuova app gratuita per piattaforme iOS e ANDROID per misurare in modo semplice i consumi energetici e le caratteristiche strutturali degli edifici condominiali. Condomini+4.0 è stata realizzata da ENEA in collaborazione con la società Logical Soft, è rivolta a professionisti e tecnici abilitati per una prima valutazione degli interventi di messa in sicurezza, riqualificazione ed efficientamento.

Infrazione europea per le discariche abusive. In Veneto un accordo fra ARPAV e Generale Giuseppe Vadalà, Commissario del Governo

Infrazione europea per le discariche abusive. In Veneto un accordo fra ARPAV e Generale Giuseppe Vadalà, Commissario del Governo

Al fine di velocizzare la bonifica dei siti individuati in Veneto dal Commissario Straordinario alla bonifica delle discariche abusive e sottoposti a procedura di infrazione da parte della commissione Europea, ARPAV si è messa a disposizione del Commissario governativo siglando un accordo per dare supporto tecnico alle attività di caratterizzazione e bonifica dei siti.

I pescatori dell’Adriatico sono pronti a pulire il mare dalla plastica

I pescatori dell’Adriatico sono pronti a pulire il mare dalla plastica

Permettere ai pescatori di riportare a terra i rifiuti che pescano accidentalmente è la soluzione individuata dai ricercatori per diminuire la densità dei rifiuti marini. I problemi per farla diventare una pratica consolidata sono numerosi: servono norme chiare, aree di stoccaggio nei porti ed investimenti statali per smaltirli. Ne parla un articolo ubblicato sulla rivista Marine Policy