Master Universitario di II Livello  Valutazione e Gestione dei Rischi per l’Ambiente, la Salute e la Sicurezza – HSEQ (Master Risk-HSEQ) – a cura di Tor Vergata università degli studi di Roma

Master Universitario di II Livello Valutazione e Gestione dei Rischi per l’Ambiente, la Salute e la Sicurezza – HSEQ (Master Risk-HSEQ) – a cura di Tor Vergata università degli studi di Roma

Sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione del Master Universitario di II Livello  Valutazione e Gestione dei Rischi per l’Ambiente, la Salute e la Sicurezza – HSEQ

Il Master si pone come obiettivo di formare una figura trasversale in grado di valutare i rischi per l’ambiente, la salute e la sicurezza potenzialmente indotti da opere e infrastrutture, che potrà operare nell’ambito delle tematiche tipiche delle strutture HSEQ (Health, Safety, Environment, Quality) di aziende e società di consulenza ambientale e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Premio tesi di laurea sulla gestione innovativa dei rifiuti a cura di Alto Vicentino Ambiente

Premio tesi di laurea sulla gestione innovativa dei rifiuti a cura di Alto Vicentino Ambiente

Il Premio tesi di laurea sulla gestione innovativa dei rifiuti a cura di Alto Vicentino Ambiente ha lo scopo di promuovere e valorizzare la ricerca in tema di rifiuti. Saranno quindi selezionate le migliori tesi di laurea discusse in Italia sulla gestione innovativa dei rifiuti, in rapporto alle nuove tecnologie, ai materiali riciclabili, ai trattamenti dei rifiuti, alla valorizzazione del rifiuto nella produzione di energia, a nuove forme di gestione/efficientamento del servizio di raccolta, ai sistemi di partnership per la riduzione dei rifiuti. Sono ammessi al concorso i laureati degli atenei nazionali che abbiano discusso una tesi di laurea magistrale nel periodo compreso fra aprile 2018 e dicembre 2020.

Master in Management del servizio idrico e del servizio rifiuti – a cuora di LUMSA Master School

Master in Management del servizio idrico e del servizio rifiuti – a cuora di LUMSA Master School

L’obiettivo del corso è preparare esperti nel settore idrico e rifiuti (gestori del servizio, esperti della regolazione e delle tariffe, etc.) in grado di inserirsi nel vasto mondo delle imprese industriali e di servizio che operano nel settore dell’idrico in Italia. Il Corso rappresenta una opportunità di aggiornamento professionale per coloro che siano già attivi nel settore idrico, alla luce delle recenti normative e disposizioni regolatorie.

Deposito nazionale, la SO.G.I.N. pubblica la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (CNAPI) e il progetto preliminare

Deposito nazionale, la SO.G.I.N. pubblica la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (CNAPI) e il progetto preliminare

La Sogin, con il nulla osta del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha pubblicato Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), il progetto preliminare e tutti i documenti correlati alla realizzazione del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e del Parco Tecnologico, che permetterà di sistemare in via definitiva i rifiuti radioattivi italiani di bassa e media attività.
La pubblicazione della Cnapi, con l’elenco dei 67 luoghi potenzialmente idonei di fatto dà l’avvio alla fase di consultazione dei documenti per la durata di due mesi, all’esito della quale si terrà, nell’arco dei 4 mesi successivi, il seminario nazionale. Sarà questo l’avvio del dibattito pubblico vero e proprio che vedrà la partecipazione di enti locali, associazioni di categoria, sindacati, università ed enti di ricerca, durante il quale saranno approfonditi tutti gli aspetti, inclusi i possibili benefici economici e di sviluppo territoriale connessi alla realizzazione delle opere.

ISPRA pubblica il Rapporto nazionale pesticidi nelle acque

ISPRA pubblica il Rapporto nazionale pesticidi nelle acque

Pubblicato nei giorni scorsi il rapporto nazionale pesticidi nelle acque a cura di ISPRA. Sono state cercate complessivamente 426 sostanze e ne sono state trovate 299. Gli insetticidi sono la classe di sostanze più rinvenute, a differenza del passato, quando erano gli erbicidi.
Il Rapporto è il risultato di un complesso lavoro che vede la collaborazione di tutte le componenti del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, predisposto dall’ISPRA sulla base delle informazioni trasmesse da Regioni e Province autonome, che attraverso le Agenzie regionali e provinciali per la protezione dell’ambiente effettuano le indagini sul territorio e le analisi di laboratorio.

Ravenna2021 – 16-17-18 giugno

Ravenna2021 – 16-17-18 giugno

“Ravenna2021-Fare i conti con l’Ambiente”. Al via il Call For Paper and Proposal Quattordicesima edizione per il Festival ravennate su rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sviluppo sostenibile. Sono state ufficializzate le date della prossima...

Primo Rapporto ISPRA sulle criticità ambientali. Le attività dell’Istituto in applicazione del principio di precauzione e la prevenzione degli effetti ambientali – video presentazione e rapporto

Primo Rapporto ISPRA sulle criticità ambientali. Le attività dell’Istituto in applicazione del principio di precauzione e la prevenzione degli effetti ambientali – video presentazione e rapporto

Lo scorso 15 dicembre ISPRA ha presentato il primo rapporto sulle attività svolte dall’Istituto nel biennio 2018-2019 nell’ambito delle richieste di supporto pervenute dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in materia di prevenzione del rischio ambientale. Oltre a trattare due casi specifici (Incendio dell’area industriale di Porto Torres (SS) e la Discarica di Mazzarrà Sant’Andrea (ME) nell’ambito di una tavola rotonda si è discusso soprattutto del Principio di Precauzione introdotto dal D. Lgs n. 152/2006.

Presentazione del rapporto “L’Italia del Riciclo 2020”- Rapporto e Video di presentazione

Presentazione del rapporto “L’Italia del Riciclo 2020”- Rapporto e Video di presentazione

È stato presentato lo scorso 10 dicembre il rapporto “ l’Italia de riciclo 2020” di Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e FISE UNICIRCULAR, giunto quest’anno alla sua undicesima edizione; il rapporto è stato realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e di ISPRA.

Il Rapporto mette in luce i trend del settore e fornisce una prima panoramica degli effetti della pandemia sulle attività connesse al riciclo dei rifiuti urbani e speciali in Italia, sulle misure adottate e sulle proposte per uscire dalla situazione emergenziale.