PERCORSO 2 – LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – STRUMENTI E MERCATO

Comprende i labmeeting E, F, G, H che si svolgeranno il 28 e 29 settembre 2011.
Leggi la brochure del Percorso 2.

LabMeeting E: LE FORME DI GESTIONE NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

Obiettivi: Fornire un quadro aggiornato delle norme, presentare esperienze, confrontarsi sui prossimi passi post referendum
Programma: Inquadramento normativo e giuridico con focus su gestione inhouse/gara, perimetro di programmazione e affidamenti; Modelli di gestione del servizio: gerarchia delle fonti, previsioni del Tua d.lgs. n. 152/2006, discrezionalità tecnica e politica degli EE.LL., gestione industriale e governo del territorio. Quali prospettive′; Percorsi in atto nelle diverse regioni italiane; Casi di studio ed esperienze

LabMeeting F: LE PROSPETTIVE DEL SETTORE DEL RICICLO E IL PERCORSO DELLE GARE
Obiettivi: Fornire un quadro ampio per le principali filiere di rifiuti sulle tecnologie e i rendimenti di recupero come materia. Problematiche di sostenibilità economica ed ambientale. Quali obiettivi privilegiare per i gestori delle raccolte: quantità o qualità′
Programma: Il riciclaggio dei rifiuti: la strategia del recupero di materia e i legami con il mercato nazionale e globale, anche alla luce della crisi economica; La carta e cartone: efficienze di recupero e fabbisogni impiantistici per il trattamento/valorizzazione – I benefici; Processi e tecnologie per il trattamento e valorizzazione della frazione organica dei rifiuti: aspetti tecnici, gestionali, economici; Il recupero della plastica tra efficienze di recupero e opportunità di mercato; La proposta tecnologica e gestionale degli impianti e dei servizi: la strategia del sistema integrato e il percorso verso le gare

LabMeeting G: VERSO IL 65% – ASPETTI ORGANIZZATIVI, TECNICI, ECONOMICI DEL RECUPERO DI MATERIA E DI ENERGIA
Obiettivi: Offrire un panorama sulla gestione delle Migliori Tecniche Disponibili: Le strategie delle raccolte, le caratteristiche dei servizi, l’impatto economico, l’impatto gestionale, l’impatto ambientale e sociale, il coinvolgimento del cittadino, gli effetti delle politiche End of waste
Programma: Aspetti strategici, organizzativi, impatto sul territorio, coinvolgimento utenze, ricadute sociali, aspetti economici nel recupero di materia e di energia; Presentazione Manuale sulle Buone Pratiche nel Ciclo dei Rifiuti e il ruolo del recupero della frazione organica (dalla produzione alla commercializzazione); Obiettivo 65% di raccolta differenziata nella Provincia di Rimini mediante sistema integrato; L’esperienza della Provincia di Salerno e il consolidamento delle raccolte domiciliari

LabMeeting H: I DATI – IL MONITORAGGIO – IL CONTROLLO
Obiettivi: Le relazioni e i rapporti tra ente locale e gestore devono progressivamente evolversi creando un sistema di controlli oggettivo, dinamico e aperto dell’operato ed esecuzione dei servizi da parte del gestore. La disponibilità di benchmark condivisi rappresenta una condizione imprescindibile.
Programma: Quadro di sintesi degli indicatori tecnici ed economici nella gestione del ciclo dei rifiuti (dati macro e operativi di dettaglio); Proposta di un Sistema informatizzato condiviso gestore – ente locale/ATO: focus tracciabilità della gestione dei rifiuti e sulla certificazione dei servizi svolti sia di raccolta che di pulizia e qualità urbana, – focus sui nuovi sistemi di certificazione dei conferimenti ai servizi di raccolta e la certificazione/tracciabilità per punto di prelievo delle raccolte; Proposte di nuovi scenari applicativi in tema di controllo, garanzia qualità, sanzioni; sicurezza dei percorsi di raccolta, monitoraggio criticità, relazioni con l’ente locale; analisi tecnico-economica degli impianti di smaltimento e trattamento dei rifiuti in merito a: caratteristiche tecniche; caratteristiche economiche; identificazione delle principali voci di costo; tariffe industriali.

Potrebbero interessarti anche...