Presentazione Manifesto di Assisi alleanza tra soggetti diversi per affrontare la crisi climatica

Il testo del Manifesto di Assisi è stato presentato per la prima volta nel Forum internazionale di Coldiretti di Cernobbio il 12 ottobre e propone una nuova alleanza tra soggetti diversi per affrontare la crisi climatica, mobilitando le migliori energie disponibili e facendo dell’obiettivo dell’azzeramento delle emissioni nette di CO2 al 2050 l’occasione per migliorare il nostro futuro. Il 24 gennaio si è tenuto il primo incontro dei firmatari del Manifesto nel Sacro Convento di Assisi.

Affrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro. È una sfida di enorme portata che richiede il contributo delle migliori energie tecnologiche, istituzionali, politiche, sociali, culturali. Il contributo di tutti i mondi economici e produttivi e soprattutto la partecipazione dei cittadini.

Chi propone il manifesto è convinto che, in presenza di politiche serie e lungimiranti, sia possibile azzerare il contributo netto di emissione dei gas serra entro il 2050. I promotori del manifesto sottolineano come l’Italia può essere capofila dei promotori di azioni volte a raggiungere questo obiettivo  grazie ai risultati già raggiunti in tema di riciclo dei rifiuti e nel settore della green economy. La sfida  della crisi climatica può essere l’occasione per mettere in movimento il nostro Paese, che soffre di problemi come illegalità, economia in nero, debito pubblico,  in nome di un futuro comune e migliore.

Il video della conferenza di presentazione è disponibile  qui

Il manifesto è disponibile  qui

Fonte: fondazione Symbola

Potrebbero interessarti anche...