Primo Rapporto ISPRA sulle criticità ambientali. Le attività dell’Istituto in applicazione del principio di precauzione e la prevenzione degli effetti ambientali – video presentazione e rapporto

Lo scorso 15 dicembre ISPRA ha presentato il primo rapporto sulle attività svolte dall’Istituto nel biennio 2018-2019 nell’ambito delle richieste di supporto pervenute dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in materia di prevenzione del rischio ambientale. Oltre a trattare due casi specifici (Incendio dell’area industriale di Porto Torres (SS) e la Discarica di Mazzarrà Sant’Andrea (ME) nell’ambito di una tavola rotonda si è discusso soprattutto del Principio di Precauzione introdotto dal D. Lgs n. 152/2006.
Il D.Lgs. 152/2006 (testo unico in materia di ambiente), che disciplina, tra l’altro, le procedure relative alla bonifica, alla minaccia o al danno ambientale ha ampliato la sfera dell’azione amministrativa in via preventiva, alle situazioni di crisi ed emergenza ambientale, introducendo da una parte, la possibilità per qualsiasi soggetto interessato di attivare il MATTM al fine di valutare il pericolo per l’ambiente e gli effetti sulle matrici ambientali interessate, dall’altra, dando nuovo vigore all’azione di controllo del territorio ad opera del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente che, in applicazione del principio di precauzione, ha predisposto interventi operativi e valutazioni di tipo tecnico-scientifiche per la prevenzione del rischio ambientale in situazioni segnalate di crisi o di emergenza.

Il video ed il rapporto sono disponibili qui 

fonte: ISPRA

Potrebbero interessarti anche...