RAEE e ritiro “1 contro 0”: firmato il decreto che dice alla distribuzione come fare

È stato firmato dal ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, il regolamento che disciplina il ritiro gratuito dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccolissime dimensioni. In conformità con quanto previsto dall’articolo 11, comma 4, del decreto legislativo 14 marzo 2014, n. 49 (attuazione della direttiva 2012/19/UE sui RAEE). Il decreto ministeriale indica le modalità semplificate per il ritiro gratuito, da parte dei distributori, dei RAEE di piccolissime dimensioni, provenienti dai nuclei domestici e conferiti dagli utilizzatori finali, senza obbligo di acquisto di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) di tipo equivalente secondo quanto previsto dal criterio dell’uno contro zero. Nello specifico il decreto: comprende tutti i RAEE di piccolissime dimensioni identificati dal D.Lgs 49/2014 come “RAEE di dimensioni esterne inferiori a 25 cm provenienti dai nuclei L’obbligo dell’uno contro zero si applica per i distributori con superficie di vendita di AEE al dettaglio di almeno 400 mq. Viene lasciata la facoltà di fare il ritiro secondo il criterio dell’uno contro zero ai distributori con superficie di vendita di AEE al dettaglio inferiore ai 400 mq e ai distributori che effettuano vendite mediante tecniche di comunicazione a distanza (vendita online). Vi è comunque l’obbligo di informare i cittadini della possibilità di conferimento gratuito semplifica alcune procedure tra cui il ritiro dei rifiuti che può essere fatto anche in un luogo che si trova in “prossimità immediata” del punto vendita. Lo svuotamento dovrà avvenire essere ogni sei mesi o in alternativa quando il quantitativo raggruppato raggiunge complessivamente i 1.000 kg e, in ogni caso, la durata del deposito non può superare un anno.

Il testo del regolamento è disponibile al seguente link.

Potrebbero interessarti anche...