Rapporto – Il riciclo del vetro e i nuovi obiettivi europei per la circular economy

È stato presentato a Roma nei giorni scorsi il rapporto Il riciclo del vetro e i nuovi obiettivi europei per la circular economy, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile per conto di Assovetro, l’ Associazione nazionale degli industriali del vetro aderente a Confindustria. Il rapporto offre una panoramica sul presente e sul futuro di questo settore portante dell’economia italiana. In sintesi:

  • L’industria del riciclo del vetro contiene 20.200 occupati, produce 1,4 miliardi di PIL e con il 70% degli investimenti green;
  • Il settore della produzione e riciclo del vetro è anche un importante per tutta l’Europa: ha generato 125.000 posti di lavoro, contribuendo con 9,5 miliardi al PIL europeo e riducendo del 48% l’utilizzo di materie prime;
  • Con il riciclo del rottame di vetro reimpiegato nei forni delle aziende vetrarie italiane (comprese le importazioni e il rottame di vetro non da imballaggio), nell’ultimo anno sono state risparmiate materie prime tradizionali per circa 3.020.000 tonnellate, energia per 316 milioni di metri cubi di metano ed emissioni per circa 1,9 milioni di tonnellate di CO2;
  • La raccolta differenziata di questo materiale è arrivata al 77% ed il tasso di riciclo è cresciuto negli ultimi 5 anni (dal 2010 al 2014) passando dal 68,3% al 70,3% (+2%);
  • Nonostante ciò oltre 512.800 tonnellate di vetro finiscono ancora nei rifiuti indifferenziati, altre perdite si verificano negli impianti di selezione e trattamento dei rottami di vetro, dove vengono perse 150.000 tonnellate di scarti, costituite per il 90% da vetro, a causa della scarsa qualità della raccolta;
  • Tra la raccolta differenziata al 77% e il tasso di riciclo al 70,3% c’è una differenza di circa il 7%. Questo scarto è dovuto alla presenza di frammenti di ceramica e cristallo. Per migliorare il ciclo sarà necessario puntare, sull’informazione ai cittadini e l’incremento delle attività di ricerca per il miglioramento degli impianti con l’obiettivo di ridurre al minimo gli scarti;
  • Grandi differenze tra le regioni italiane: al sud Italia si riciclano16,6 Kg/ab di vetro, al Nord 34,9 Kg/ab, al Centro 24,6 Kg/ab (la media nazionale è pari a 26,6 Kg/ab) Per raggiungere gli obiettivi posti dal pacchetto circular economy, il riciclo pro capite dovrà arrivare a 28,4 kg nel 2025 e 32,2Kg nel 2030 con uno sforzo molto maggiore per il Sud.Nel 2025 il tasso di riciclo per il Sud dovrà infatti aumentare del 20% contro il 2% del Nord.

Il rapporto completo è disponibile al seguente link.

Potrebbero interessarti anche...