#Ravenna2019 “Fare i conti con l’Ambiente”: Le Scuole di Alta Formazione e il progetto G100

L’edizione 2019 di Fare i conti con l’ambiente, il festival formativo ambientale (8, 9, 10 maggio, Ravenna) ospiterà anche quest’anno le 4 Scuole di Alta Formazione. Fiore all’occhiello della manifestazione, offrono una formazione tecnica di alta qualità. Ciascuna delle scuole prevede un percorso formativo residenziale composto da tre giornate comprendente sia lezioni teoriche che lezioni pratiche in aule appositamente predisposte. A seguito le presentiamo brevemente. Cliccando sulla scritta “Vai al programma della scuola” sarà possibile accedere direttamente alla pagina della suola nel sito web della manifestazione Fare i conti con l’ambiente, visualizzare il programma di ciascuna scuola e le condizioni per l’iscrizione.

 

Scuola di Alta di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati (settima edizione)

Obbiettivo della scuola è fornire un aggiornamento tecnico-scientifico e normativo sulle tematiche connesse alle tecnologie innovative di settore, all’evoluzione della gestione risk-based dei siti contaminati, ad alcuni aspetti giuridici di dettaglio e sulle connessioni con i processi di riqualificazione ed i rischi legati alla sicurezza dei lavoratori. Oltre ad un approfondimento sui sistemi di barrieramento fisico saranno inoltre trattate le esperienze di importanti realtà attive sulle bonifiche a livello nazionale ed istituzionale, nonché le attività di progetti legati alla contaminazione delle aree agricole. Scopo primario del corso è quindi quello di fornire ai partecipanti strumenti operativi per la gestione dei siti contaminati, dalla caratterizzazione innovativa, alla redazione dell’analisi di rischio, alla valutazione sulla sicurezza dei lavoratori. La formazione si avvarrà inoltre dello strumento modellistico dell’Analisi di Rischio, ed in particolare del software Risk-net, diventato ormai un tool essenziale nelle fasi di valutazione dello stato di contaminazione di un sito, di definizione degli obiettivi di bonifica e della scelta di possibili scenari di bonifica. Sarà inoltre dedicato spazio alla presentazione di casi reali su cui verranno sviluppate anche esercitazioni pratiche. Il corso è rivolto a soggetti interessati a sviluppare una concreta professionalità nel campo della bonifica dei siti contaminati, nell’ambito di società di progettazione ed esecuzione, agenzie ambientali ed enti pubblici sia nel settore della ricerca. Alla base del corso sarà il continuo confronto fra Enti Locali e Proponenti

Vai al programma della scuola Bonifiche

 

Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti (quinta edizione)

Il percorso didattico della Scuola di Alta Formazione approfondisce uno degli ambiti più complessi della materia ambientale: la gestione dei rifiuti. La formazione ha lo scopo di fornire ai partecipanti una preparazione approfondita relativamente alla gestione dei rifiuti. Partendo dalla formulazione normativa, saranno analizzati tutti gli aspetti operativi, le criticità e le responsabilità in relazione al ruolo svolto da ogni operatore (produttore, trasportatore, destinatario, intermediario), il tutto connotato da un approccio pratico a cui contribuiscono i case history presentati da esperti della materia. Per lo svolgimento delle attività formative, la Scuola si avvale delle competenze didattiche e scientifiche di docenti universitari, tecnici e consulenti esperti di comprovata esperienza in strutture pubbliche e private. I destinatari sono il personale che in azienda si occupa di tematiche ambientali, i neolaureati, i consulenti ed i tecnici degli Enti pubblici, i quali potranno fruire di una formazione aggiornata, ma anche pratica, in modo da disporre degli strumenti per risolvere le problematiche operative che si pongono nella realtà lavorativa.

Vai al programma della scuola Gestione dei Rifiuti

Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici (terza edizione)

Obbiettivo dell’Alta scuola è fornire un aggiornamento tecnico-scientifico e normativo sulle tematiche connesse alla gestione delle reti idriche e fognarie ed alla selezione e progettazione degli interventi di efficientamento. Scopo primario del corso è quello di fornire ai partecipanti:

  • aggiornamenti sulle disposizioni delle Delibere 917/17 e 518/18 di ARERA sulla qualità tecnica (RQTI) e sul controllo della realizzazione degli investimenti programmati e sulla revisione della Direttiva Europea sulle acque potabili
  • know-how e strumenti operativi per la gestione dei sistemi idrici e fognari, dalla redazione dell’analisi delle performance, alla definizione e verifica degli interventi di ottimizzazione e alle tecniche di monitoraggio.

In particolare, verrà fornita una preparazione specifica sulle modalità di applicazione della metodologia best practice dell’IWA (International Water Association) per l’identificazione e la pianificazione delle attività di riduzione dell’acqua non fatturata al fine di raggiungere gli obiettivi di miglioramento previsti dalla RQTI di Arera. Sarà inoltre dedicato ampio spazio alla presentazione di casi avanzati di applicazione di sistemi di monitoraggio delle perdite e delle pressioni.

Il programma è stato aggiornato nei contenuti e negli argomenti rispetto alle edizioni precedenti. Il corso tratterà anche i seguenti temi: definizione del Water Safety Plan, monitoraggio della qualità dell’acqua e utilizzo delle nuove tecnologie e soluzioni di intelligenza artificiale per l’ottimizzazione energetica e gestionale dei sistemi idrici e fognari. Il corso è rivolto a soggetti interessati a sviluppare una concreta professionalità nel campo della gestione dei sistemi idrici e fognari, con particolare riferimento al personale degli enti gestori. Alla base del corso sarà il continuo confronto fra Gestori e Proponenti.

Vai al programma della scuola Gestione dei Sistemi Idrici

Scuola di Alta Formazione sui Servizi Pubblici Locali (seconda edizione)
Obiettivo della scuola  è fornire un aggiornamento tecnico-scientifico e normativo sulle tematiche dei SPL-Servizi Pubblici Locali. Scopo primario del corso è quindi quello di fornire ai partecipanti strumenti operativi per la gestione delle importanti novità intervenute nel corso degli ultimi anni nella riforma dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 50/2016, integrato da Correttivo 2017) e la riforma delle Società a partecipazione pubblica (DLgs.175/2016, integrato da Correttivo 2017). Lo schema di D.Lgs. relativo alla riforma dei SPL, che doveva essere approvato contestualmente, è invece stato ritirato dal Governo e non ha proseguito il suo iter di approvazione. Saranno inoltre approfondite le rilevanti modifiche dei modelli gestionali sia per quanto riguarda il nuovo modello di affidamento in house, sia per quanto attiene al nuovo modello di società mista, a partecipazione pubblico – privata. E’ inoltre previsto uno specifico focus sul partenariato pubblico privato (PPP), alla luce delle importanti novità normative.

Vai al programma della scuola Servizi Pubblici Locali.

Progetto G100 – Formazione senza barriere

Per competere in un ambiente contraddistinto da cambiamenti sostanziali e continui, è fondamentale acquisire un bagaglio culturale e personale che aiuti ad entrare in maniera qualificata e qualificante nel mondo del lavoro. Per questo motivo labelab, organizzatore dell’evento, propone il Progetto G100 – Formazione senza barriere, che offre l’opportunità di formazione e relazione per 100 giovani neo-laureati nel corso di 5 anni a partire dal 2018.

20 i posti disponibili nel 2019, la domanda scade il 30 marzo se sei interessato leggi subito qui le condizioni per partecipare al progetto.

Potrebbero interessarti anche...